Le quotazioni della Borsa italiana e lo spread del 4 luglio 2019

Redazione

Le quotazioni della Borsa italiana e lo spread del 4 luglio 2019

Piazza Affari migliore piazza d'Europa. Lo spread in rialzo a 207 punti base, ma volano i bancari. I listini in diretta.

04 Luglio 2019 06.04
Like me!

Giornata in grande spolvero per la Borsa di Milano. Piazza Affari ha chiuso le contrattazioni con l’indice Ftse Mib a +0,98% a 22.120 punti dopo aver aperto le contrattazioni a +0,23%. È stato quindi mantenuto il trend positivo della giornata precedente. Milano è la migliore piazza in Europa che invece ha chiuso intorno alla soglia della parità: la migliore è stata Francoforte (+0,11%) a 12.629 punti, seguita Parigi (+0,03%) a 5.620 punti e da Londra (-0,08%) a 7.603 punti.

SPREAD STABILE A 207 PUNTI BASE

Partenza stabile sui minimi raggiunti il 3 luglio per lo spread tra Btp e Bund che ha segnato in avvio 196 punti base, con rendimenti ai minimi da ottobre 2016, per poi virare al rialzo a 202 punti base e chiudere a 207.

CORRONO LE BANCHE A PIAZZA AFFARI

Mps ha chiuso la giornata in Borsa facendo segnare un +17,55%, miglior titolo in assoluto a Piazza Affari. Lo spread Btp-Bund di poco sopra ai 200 punti, che ha chiuso a 207, insieme alle aspettative legate alle nuove nomine Bce, ha visto ottimisti anche gli altri istituti di credito, sia in Italia che nel resto d’Europa: Ubi (+5,62%), Unicredit (+4,96%), Banco Bpm (+3,26), Bper (+2,91), Intesa (+2,28%).

BORSE CINESI IN NEGATIVO

Le Borse cinesi terminano la seduta in territorio negativo: l’indice Composite di Shanghai cede lo 0,33%, a 3.005,25 punti, mentre quello di Shenzhen perde lo 0,55%, a quota 1.591,24. Lo yuan ha ceduto 65 punti base sul dollaro dopo che la Banca centrale cinese ha fissato la parità bilaterale a 6,8734: a ridosso della chiusura dei listini, il renminbi fa segnare uno spot rate di 6,8706 (-0,15%).

I MERCATI E LO SPREAD IN DIRETTA

17.39 – CHIUSURA BORSA MILANO IN RIALZO

Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,98% a quota 22.120 punti.

16.04 – MILANO MIGLIOR LISTINO EUROPEO

In positivo le principali borse europee: Milano prima (+1,1%), seguita da Francoforte (+0,2%), Parigi (0,1%) e Londra (+0,02%). Chiusi i mercati americani per il 4 luglio, le banche (+0,7%) sono tra i titoli che trainano l’indice europeo, Stoxx 660. Tra le italiane, favorite anche dallo spread a 207 punti, brilla Mps (+13,4%), con Unicredit (+5,4%), Ubi (+5,1%), Banco Bpm (+3,4%), Bper (+3%) Intesa (+2,6%). Sulle altre piazze: CaixaBank (+1,7%), Credit Agricole (+1,6%), Bnp (+0,7%), Barclays (+0,6%). Bene i titoli legati all’energia nel vecchio continente: Tenaris (+1%), Eni (+0,9%), Royal Dutch (+0,7%), Enel (+0,6%). Salgono Salini Impregilo (+4,1%) in attesa della proposta per Astaldi (-1,5%), Mediaset (+1%), che ha ricevuto un atto di citazione da Vivendi (-0,08% a Parigi), Poste (+0,8%), Tim (+0,8%), Atlantia (+0,7%), Fca (+0,4%). In calo Campari (-1,3%), Nexi (-0,8%) e Edison (-1,5%), che ha ceduto la divisione E&P a Energean Oil and Gas (+12,8% a Londra).

15.06 – MPS VOLA IN BORSA

Vola in Borsa Mps (+12,5%), in una giornata in cui lo spread Btp Bund basso (207 punti), anche se in leggera crescita rispetto al 3 luglio, porta tutte le banche in rialzo.

14.10 – L’EUROPA TIENE CON WALL STREET CHIUSA

Si mantengono in lieve rialzo le principali Borse europee, in una seduta caratterizzata da scambi modesti per il secondo giorno di chiusura di Wall Street per l’indipendenza. Milano (Ftse Mib +0,6%) si conferma in testa, favorita dallo spread tra Btp e Bund tedeschi, salito peraltro a 206 punti, dopo essere sceso nella vigilia fino a 197 punti.

12.30 – PIAZZA AFFARI ACCELERA A +0,6%

Piazza Affari accelera a fine mattinata (Ftse Mib +0,6%), spinta dallo spread tra Btp e Bund assestato a 202 punti.

11.01- MILANO MAGLIA ROSA IN EUROPA

Borse europee moderatamente positive nel secondo giorno di chiusura di Wall Street per festività, con inevitabili ripercussioni sulla vivacità degli scambi. Milano (Ftse Mib +0,58%) è la migliore, pur con lo spread tra Btp e Bund tedeschi in rialzo a 202,8 punti, dopo essere sceso nella vigilia fino a 197 punti.

10.50 – SU I COLOSSI DELL’ENERGIA E LE BANCHE

In arrivo le vendite al dettaglio dell’Ue, attese in rialzo. Il calo del greggio (Wti -1%) non frena i colossi Total (+0,69%), Bp (+0,44%) ed Eni (+0,38%) e favorisce i produttori di pneumatici Pirelli (+1,56%), Continental (+1,53%) e Nokian (+1,24%), che lo usano come materia prima. Acquisti sui bancari, a partire da quelli italiani, con Mps (+5%), Unicredit (+4,2%) e Ubi (+4%) sugli scudi, seguiti da Banco Bpm (+3%) e Intesa (+2,6%). Più indietro SocGen (+1,37%), Bnp (+0,85%) e Credit Agricole (+0,87%). Acquisti su Valeo (+2%), bene Renault (+0,77%), cauta Peugeot (+0,23%), fiacca Fca (-0,21%). Positivi i tecnologici Ams (+2,74%), Infineon (+0,9%) ed Stm (+0,72%).

9.40 – EFFETTO SPREAD SU PIAZZA AFFARI

Effetto spread su Piazza Affari nelle prime contrattazioni della mattinata. L’indice Ftse Mib (+0,4%) conferma il rialzo segnato in apertura, portandosi in testa alla classifica delle borse europee spinto dai bancari Mps (+4%), Ubi (+3,23%), Unicredit (+2,8%), Banco Bpm (+2,2%) e Intesa (+2%).

9.12 – BORSE EUROPEE IN POSITIVO

Apertura in rialzo per le principali borse europee.

9.10 – APERTURA DELLA BORSA DI MILANO A +0,23%

Avvio di seduta positivo per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,23% a 21.956 punti.

8.39 – PARTENZA A QUOTA 196 PUNTI PER LO SPREAD

Lo spread riparte dai minimi di maggio raggiunti il 3 aprile con la mancata apertura della procedura di infrazione. Il differenziale tra titoli decennali italiani e tedeschi parte il 4 luglio da quota 196 punti base. Il rendimento del titolo decennale è stamane all’1,57% e resta ai minimi da ottobre 2016.

8.31 – LA BORSA DI TOKYO CHIUDE IN RIALZO

La Borsa di Tokyo termina la seduta in lieve rialzo, trainata dal record fatto segnare a Wall Street dal Dow Jones, sulle nuove aspettative di una riduzione dei tassi di interesse da parte della Fed, e in attesa della ripresa dei negoziati sul commercio internazionale tra Cina e Usa. L’indice Nikkei segna una variazione positiva dello 0,30% a quota 21.702,45, guadagnando 64 punti. Sul fronte dei cambi lo yen è stabile sul dollaro, a un livello di 107,80, e a 121,60 sulla moneta unica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *