Le quotazioni di Borsa italiana e spread di oggi 24 maggio 2019

Le quotazioni di Borsa italiana e spread di oggi 24 maggio 2019

Nell'ultima seduta prima delle Europee Milano chiude a +1,19% . Il differenziale Btp-Bund a 267 punti. Bancari in ripresa. Listini europei in rialzo. I mercati in diretta.

24 Maggio 2019 04.04

Like me!

Ultima giornata prima delle elezioni europee di domenica 26 maggio ottimista per la Borsa italiana. L'indice Ftse Mib il 24 maggio ha chiuso a +1,19%, miglior listino del Vecchio continente dopo aver passato tutta la seduta in ampio rialzo.

Il clima positivo, anche per le aperture di Trump su Huawei nei negoziati sui dazi con la Cina, non è bastato però a sostenere i tecnologici, che in chiusura hanno perso a Piazza Affari, così come i titoli legati agli impianti energetici: Tenaris (-1,21%), Prysmian (-0,61%) e Stm (-0,47)%. Le banche hanno invece chiuso in rialzo: Ubi (+2,73%), Unicredit (+2,31%), Banco Bpm (+1,43%) e Intesa (+0,83%). Tra i migliori Unipol (+4,16%), A2A (+2,84%), Unipolsai e Cnh (+2,83%), favorita dagli incentivi annunciati da Trump per l'agricoltura, Snam (+2%) e Enel (+1,92%). Chiusura in rialzo anche per le principali Borse europee: Parigi ha guadagnato lo 0,67% a 5.316 punti, Madrid lo 0,66% a 9.174,60 punti, Londra lo 0,65% a 7.277 punti e Francoforte lo 0,49% a 12.011 punti. Wall Street chiude in positivo: Dow Jones a + 0,39%, Nasdaq a +0,11% mentre lo S&P 500 ha chiuso a + 0,15%.

LO SPREAD TRA BTP E BUND IN CALO A 267 PUNTI

Lo spread tra Btp e Bund chiude in deciso ribasso a 267 punti base, contro i 275 della chiusura precedente Il rendimento del titolo decennale del Tesoro è pari al 2,55%.

BORSE ASIATICHE DEBOLI IN CHIUSURA

Le Borse asiatiche hanno chiuso deboli, appesantite dal calo dei tecnologici e del settore energia. Tra gli investitori permangono i timori per la fase di stallo dei negoziati tra Usa e Cina sul commercio internazionale e l'intensificarsi delle pressioni sul comparto tecnologico dopo la vicenda Huawei. Poco variata Tokyo (-0,16%) con lo yen che è tornato ad apprezzarsi sul dollaro a 109,60 e a 122,50 sull'euro. In positivo Shanghai (+0,37%) e Hong Kong (+0,49%) mentre è piatta Shenzhen (-0,05%). In rialzo Mumbai (+0,76%) mentre è in calo Seul (-0,69%).

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN TEMPO REALE

22.00 – CHUSURA WALL STREET IN RIALZO

hiusura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,39% a 25.590,58 punti, il Nasdaq avanza dello 0,11% a 7.637,01 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,15% a 2.826,39 punti.

17.30 – CHIUSURA DELLA BORSA DI MILANO IN AMPIA CRESCITA

Chiusura in rialzo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib ha guadagnato l'1,19% a quota 20.376 punti.

17.21 – LE BORSE EUROPEE FRENANO SU SEMICONDUTTORI ED ENERGIA

Avvicinandosi alla chiusura le principali Borse europee frenano, perdendo qualche decimale di positivo sugli impianti del settore energetico (-0,7%) e sui semiconduttori (-0,6%), nonostante il rimbalzo della mattina, dopo le aperture di Trump verso Huawei nei negoziati sui dazi con la Cina. Milano riduce il rialzo all'1,1%, Londra e Parigi allo 0,5%, Francoforte allo 0,4%. A segnare il passo a Piazza Affari sono Tenaris (-1%), Prysmian e Stm (-0,7%) e Saipem intorno alla parità. Lo stesso per Infineon (-1,7%) a Francoforte, per la svizzera Ams (-1,3%) e per Asml (-0,2%) ad Amsterdam.

16.29 – NEW YORK MIGLIORA LA CRESCITA

Wall Street procede in territorio positivo. Il Dow Jones sale dello 0,40% a 25.592,10 punti, il Nasdaq avanza dello 0,62% a 7.676,37 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,41% a 2.833,70 punti.

16.11 – L'EUROPA PROSEGUE IL RIALZO

I principali mercati europei restano in positivo dopo l'apertura in crescita di Wall Street (+0,49). A primeggiare è Milano (+1,2%%), seguita da Londra (+0,8%), Parigi e Francoforte (+0,7%). A trainare i listini del Vecchio continente sono industria, informatica, servizi pubblici, materiali e finanza. Bene le banche a Piazza Affari: Ubi (+2,3%), Unicredit (+2,1%), Banco Bpm (+1,7%), Intesa (+1,3%). A svettare è Unipol (+3,9%), insieme a Cnh (+2,6%), in rialzo gli incentivi all'agricoltura annunciati da Trump, che dovrebbero favorire il ricambio dei mezzi. Le dichiarazioni del presidente Usa di distensione nei confronti della vicenda Huawei e dei negoziati con la Cina hanno rassicurato anche i tecnologici. Cresce inoltre Safilo (+3,2%), dopo la cessione dei negozi retail Solstice, Autogrill (+2,9%), dopo i conti superiori alle attese e in vista del nuovo piano industriale. Tra i titoli in negativo invece Amplifon (-2,7%) e Diasorin (-1%).

15.30 – APERTURA WALL STREET POSITIVA

Apertura in territorio positivo per Wall Street. Il Dow Jones sale dello 0,49% a 25.619,27 punti, il Nasdaq avanza dello 0,65% a 7.678,84 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso dello 0,55% a 2.837,87 punti.

15.08 – VECCHIO CONTINENTE ANCORA IN MIGLIORAMENTO

Proseguono nel guadagnare le principali Borse europee nei giorni del voto per il rinnovo del Parlamento Ue. L'indice d'area, Stoxx 600, cresce dello 0,73%. La migliore resta Milano (+1,4%), seguita da Stoccolma (+1%), Madrid e Parigi (+0,9%), Francoforte e Londra (+0,8%), quest'ultima nonostante l'annuncio delle dimissioni di Theresa May e dopo i dati delle vendite al dettaglio di aprile, in calo, ma migliori rispetto alle stime. Un clima positivo anche per le parole di apertura di Donald Trump su Huawei e i negoziati sui dazi con la Cina. Positivi i future americani prima dell'avvio dei mercati Oltreoceano. A Piazza Affari il titolo con la performance migliore è Unipol (+4,28%) e continua a guadagnare Cnh (+3,55%), dopo l'annuncio di Trump di incentivi agli agricoltori che favorirà il ricambio dei mezzi. Crescono anche Unipolsai (+3%), Unicredit e Ubi (+2,6%), Generali (+2,4%), A2A (+2,2%). Unici in rosso Amplifon (-1,2%), Diasorin (-0,6%, Banca Generali e Prysmian (-0,2%).

13.25 – LISTINI EUROPEI IN POSITIVO, MILANO SEMPRE IN TESTA

Le Borse europee proseguono gli scambi in terreno positivo in vista dell'esito delle elezioni nei Paesi membri dell'Ue. Mercati in rialzo anche per effetto delle aperture di Donald Trump sulla vicenda Huawei. In stabile rialzo Londra (+0,7%) che prosegue senza alcuno scossone dopo l'annuncio di dimissioni da parte di Theresa May. Tra i listini del Vecchio continente corre Milano (+1,5%) sostenuta dai finanziari. Bene anche Parigi, Francoforte e Madrid (+0,8%) dove si mettono in evidenza le utility (+1%), tlc e finanziari (+0,9%), i tecnologici (+0,8%). A Piazza Affari tonica Cnh (+3,7%), dopo l'annuncio di Trump di incentivi agli agricoltori che favorirà il ricambio dei mezzi. Svettano anche Unipol (+3,7%) e UnipolSai (+2,8%). Tra le banche corrono Ubi (+2,9%), Unicredit (+2,8%) e Banco Bpm (+2,3%). In forte rialzo Safilo (+5,4%), dopo la cessione dei negozi retail Solstice, e Autogrill (+3,2%), dopo i conti superiori alle attese ed in vista del nuovo piano industriale.

12.14 – PIAZZA AFFARI MAGLIA ROSA D'EUROPA

La Borsa di Milano (+1,5%) è la migliore in Europa sostenuta dalle banche. Vola Cnh (+4%) dopo che Donald Trump prepara incentivi per gli agricoltori per l'acquisto di macchinari e l'annuncio di un buy-back per oltre il 5% del capitale. Scende ancora lo spread tra Btp e Bund a 267 punti base, con il decennale italiano al 2,56%. Significativa la performance dei titoli finanziari dove si mettono in mostra Unipol (+3,1%), Banco Bpm (+2,8%), Ubi e Unicredit (+2,7%) e UnipolSai (+2,4%). Bene anche Generali (+1,9%), con la cessione del portafoglio chiuso Vita della propria filiale inglese e l'annuncio che non sarà rifinanziato un debito senior da 1,25 miliardi. Seduta positiva anche per Safilo (+6%), dopo la vendita alla statunitense Fairway della catena di negozi retail Solstice. Bene anche Autogrill (+2,6%) dopo i conti dei primi quattro mesi leggermente migliori delle attese e in vista del nuovo piano industriale che sarà presentato il 4 giugno.

11.51 – L'EUROPA ACCOGLIE DI BUON GRADO LE PAROLE DI TRUMP

Borse europee in rialzo con l'apertura di Trump sul caso Huawei e gli investitori alla finestra in attesa dell'esito del voto per il rinnovo del parlamento europeo. Stabile Londra (+0,7%) dopo l'annuncio di dimissioni del premier britannico Theresa May. L'indice d'area stoxx 600 avanza dello 0,7%. Nel Vecchio continente Milano (+1,4%), che ha sofferto di più di altri listini alla vigilia, indossa la maglia rosa, spinta dai titoli finanziari e dalla performance di Cnh (+4%). In rialzo anche Parigi e Madrid (+0,9%), Francoforte (+0,8%). I listini avanzano con la performance positiva delle Tlc (+1,1%), le utility (+0,9%) e i tecnologici (+0,8%). Bene anche l'energia (+0,8%), dopo la rimonta del prezzo del petrolio.

10.39 – A PIAZZA AFFARI CORRE AUTOGRILL

La Borsa di Milano migliora ancora con il Ftse Mib che guadagna l'1,3% a 20.387 punti. A Piazza Affari corre Autogrill (+3%), dopo i conti dei primi quattro mesi e in vista del nuovo piano industriale che sarà presentato tra 10 giorni. In lieve calo lo spread tra Btp e Bund a 268 punti, con il rendimento del decennale italiano al 2,56%. Nel listino principale vola Cnh (+4,6%). Andamento positivo anche per le banche con in testa Mps (+2,7%) e a seguire Ubi (+2,6%), Banco Bpm (+2,3%) e Unicredit (+2,3%). Bene anche Generali (+1,5%), con l'annuncio di non rifinanziare un debito senior da 1,25 miliardi in scadenza a gennaio 2020. In fondo al listino la Juve e Amplifon che cedono entrambe lo 0,2%.

9.39 – PIAZZA AFFARI AVANZA IN LINEA CON GLI ALTRI LISTINI

La Borsa di Milano avanza con il Ftse Mib che guadagna lo 0,8% a 20.306 punti, in linea con altri listini del Vecchio continente. Piazza Affari è sostenuta dalle banche, Cnh (+2,4%) e Recordati (+2,2%). Gli investitori non sembrano mostrare nervosismo in attesa dell'esito del voto per il rinnovo del parlamento europeo. Tra gli istituti di credito si mettono in mostra Mps (+1,7%), Ubi (+1,3%), Unicredit e Banco Bpm (+1,1%). In rialzo Generali (+0,9%), con l'annuncio che non rifinanzierà 1,25 miliardi di indebitamento senior in scadenza a gennaio 2020. Marciano in terreno positivo i titoli legati al petrolio, dopo la rimonta del prezzo del greggio, con Eni (+0,9%), Saipem (+0,7%), Snam (+0,6%) e Tenaris (+0,4%). Ben intonato il comparto dell'auto dove si mette in mostra Fca (+1,2%). In positivo anche Ferrari (+0,3%) e Pirelli (+0,5%). Giornata in rosso per Leonardo (-0,4%).

9.18 – LE BORSE EUROPEE APRONO POSITIVE

Le Borse europee aprono in rialzo, con l'attesa per l'esito delle elezioni per il rinnovo del parlamento Ue. Sullo sfondo permangono i timori degli investitori per uno stallo dei negoziati tra Usa e Cina sul fronte del commercio internazionale. In positivo Francoforte (+0,63%), Parigi (+0,5%) e Madrid (+0,4%), mentre è piatta Londra (+0,02%).

9.06 – APERTURA IN RIALZO PER LA BORSA DI MILANO

La Borsa di Milano apre in rialzo. L'indice Ftse Mib avanza dello 0,62% a 20.261 punti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *