Le quotazioni di Borsa e spread del 3 aprile

Redazione
03/04/2020

Milano in rosso. Deboli gli altri principali listini europei. Differenziale Btp-Bund in salita a 195 punti. Asia a picco. La diretta.

Le quotazioni di Borsa e spread del 3 aprile

Borsa italiana in calo (-1,2%) nella seduta del 3 aprile, dopo la chiusura in rialzo (a +1,75%) del giorno precedente. Deboli anche per le altre europee: Parigi e Londra oscillano attorno alla una perdita di un punto percentuale, Francoforte è piatta mentre Madrid sale dello 0,4%.

SPREAD STABILE

Lo spread tra Btp e Bund oscilla stabilmente attorno ai 195 punti base, con il rendimento del decennale italiano all’1,49%,

CHIUSURA IN ROSSO PER LE ASIATICHE

Le Borse asiatiche chiudono in calo dopo un iniziale tentativo di recupero e con il calo del prezzo del petrolio. I mercati risentono dei timori per gli effetti negativi sull’economia della pandemia di coronavirus. Tra gli investitori si guarda all’andamento dell’oro. Piatta Tokyo (+0,01%) che ha interrotto la scia di quattro sedute negative. Sul mercato dei cambi la divisa nipponica arresta la manovra di apprezzamento sul dollaro, trattando poco sotto a quota 108, e sull’euro a 116,80. In rosso la Cina con Shanghai (-0,84%), Shenzhen (-0,73%) e Hong Kong (-0,76%). In calo anche Mumbai (-1,73%) mentre è piatta Seul (+0,03%).

GLI AGGIORNAMENTI DEI MERCATI IN DIRETTA

15.43 – MERCATI NEGATIVI DOPO WALL STREET

I mercati azionari del Vecchio continente restano negativi dopo l’avvio di Wall street: Milano con l’indice Ftse Mib cede l’1,2%, Parigi e Londra oscillano attorno alla una perdita di un punto percentuale, Francoforte è piatta mentre Madrid sale dello 0,4%. In Piazza Affari, in particolare, Ferrari si conferma pesante e cede il 5%, con Snam, Unicredit, Prysmian, Azimut ed Eni che scendono di oltre il 3%. Il titolo del cane a sei zampe risente di qualche presa di beneficio dopo la corsa di ieri, ma a diffrenza di quasi i gruppi del settore non riesce a sfruttare la forte ripresa del prezzo del petrolio soprattutto a causa di un report negativo di Jp Morgan.

10.36 – LE BORSE SI MANTENGONO DEBOLI

Le Borse europee si confermano deboli nell’ultima seduta della settimana. L’indice d’area Stoxx 50 cede quasi mezzo punto. Sulla stessa linea, più o meno, tutti i listini con l’esclusione di Milano che lascia sul terreno l’1,10% con il Ftse Mib a 16.640 punti. Tra le altre piazze Parigi perde lo 0,69%, Londra lo 0,82%, mentre Francoforte è la migliore con un -0,21% nonostante il Pmi tedesco sia crollato al minimo storico.

10.01 – MILANO PROSEGUE IN CALO

La Borsa di Milano (-1,4%) prosegue in calo, in linea con gli altri listini del Vecchio continente. A Piazza Affari soffrono le banche e i titoli legati al petrolio, dopo il calo del prezzo del greggio. Lo spread tra Btp e Bund sale a 192 punti base con il rendimento del decennale all’1,47%. In fondo al listino principale Azimut (-3%). Male anche Unipol (-2,8%), dopo lo stop al dividendo per l’emergenza coronavirus. In rosso Eni (-2,06%), Snam (-2,4%) e Tenaris (-1%). Scivola anche il comparto dell’auto con Fca (-1,5%), Ferrari (-2,9%) e Cnh (-1,4%). Soffrono le banche con Unicredit (-2,3%), Banca General (-2,2%), Mediobanca e Intesa (-1,9%). In controtendenza Atlantia (+4,1%), con il susseguirsi delle indiscrezioni su una possibile soluzione che riguarda Aspi. Bene anche Nexi (+2,2%), Leonardo (+2,1%) e Buzzi (+1,9%).

09.33 – ATLANTIA SALE AL +3,1%

Atlantia corre in Borsa con il susseguirsi delle indiscrezioni su una soluzione più vicina per un passo indietro da Aspi. Con Piazza Affari che perde l’1,3%, il titolo Atlantia sale del 3,1% a 13,05 euro.

09.22 – MILANO SCENDE AL -1,6%

La Borsa di Milano peggiora con il Ftse Mib che cede l’1,6% a 16.653 punti. Pizza Affari è appesantita dall’andamento delle banche e dai titoli legati al petrolio con il calo del prezzo del greggio. In rosso Mediobanca (-2,8%), Poste (-2,1%), Intesa (-2%), Unicredit (-1,9%), Unipol (-1,5%). Male anche Eni (-2,8%) e Snam (-2,7%).

09.11 – DEBOLE AVVIO IN EUROPA

Le Borse europee aprono in calo. Parigi segna -0,38% con il Cac 40 a quota 4.204 punti, Francoforte cede lo 0,37% con il Dax a 9.535 punti, mentre Londra registra una flessione dello 0,61% con il Ftse 100 a 5.447 punti.

09.06 – MILANO APRE IN CALO

La Borsa di Milano apre in calo. L’indice Ftse Mib cede lo 0,55% a 16.742 punti.