Elezioni rimandate in Algeria: Bouteflika non si candida

Elezioni rimandate in Algeria: Bouteflika non si candida

11 Marzo 2019 17.45
Like me!

«L'elezione presidenziale è rinviata, Bouteflika non è candidato»: ha scritto il sito algerino Tsa citando la tv algerina Ennahar. «Il presidente della Repubblica, Abdel Aziz Bouteflika, ha rivolto lunedì un messaggio alla nazionale nel quale ha annunciato il rinvio dell'elezione presidenziale del 18 aprile e la sua decisione di non ambire a un quinto mandato alla magistratura suprema», sintetizza il sito dell'agenzia algerina Aps. Rimarrà in carica fino a nuove elezioni.

LEGGI ANCHE: In Algeria la società delle proteste è più forte della politica

Il presidente ha anceh nominato Noureddine Bedoui premier algerino accogliendo le dimissioni di Ahmed Ouyahia, ricoverato in ospedale secondo i media.

VIA ALLA "CONFERENZA NAZIONALE" PER VOTO E COSTITUZIONE

Bouteflika ha annunciato anche lo svolgimento dell'elezione presidenziale dopo una «conferenza nazionale» e «la formazione di un governo» di competenti personalità, aggiunge l'agenzia. «Non ci sarà un quinto mandato», ha affermato Bouteflika tramite una dichiarazione agli algerini pubblicata dall'agenzia ufficiale Aps. Il capo di Stato algerino, 82 anni, è stato colpito da un ictus cerebrale nel 2013 e da allora è apparso solo raramente in pubblico, si sposta su sedia a rotelle e ha difficoltà a parlare. La sua quinta ricandidatura alla guida dell'Algeria ha innescato ampie manifestazioni di protesta nel Paese nordafricano che sono andate avanti per tre venerdì di fila fino alla rinuncia del presidente. «La conferenza nazionale indipendente fisserà sovranamente la data dell'elezione», afferma ancora il presidente Bouteflika nel messaggio precisando che l'assise «emanerà» anche un progetto di Costituzione che «sarà sottoposto a un referendum popolare».

CENTINAIA DI MIGLIAIA DI PERSONE IN PIAZZA

Nella più imponente protesta da quando il mese scorso è iniziato il movimento di protesta, l'8 marzo almeno 500 mila persone secondo un alto funzionario di polizia, un milione secondo il giornale d'opposizione El Watan, hanno sfilato ad Algeri contro l'annunciata quinta candidatura di Bouteflika alle presidenziali. Lo hanno fatto per la terza volta dopo la preghiera del venerdì islamico e stavolta in occasione dell'8 marzo, festa della donna. La colorata e rumorosa manifestazione, fatta di tante bandiere algerine, fiori e cartelli con "Bouteflika vattene", per ore è stata pacifica. Alla fine però la polizia, che aveva tenuto un basso profilo per tutta la giornata, ha lanciato lacrimogeni per impedire che alcune frange puntassero sul palazzo presidenziale. Piccoli gruppi hanno divelto piastrelle dal tetto di un museo per tirarle alla polizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *