La Brexit senza accordo costa all’Italia 140 mila posti di lavoro

Danni occupazionali ingenti anche per Londra, che ne manderebbe in fumo 526 mila. Con un'uscita consensuale, invece, Roma ne perderebbe "solo" 31 mila.

01 Agosto 2019 16.00
Like me!

Una Brexit senza accordo avrebbe un impatto pesante sul mercato del lavoro in tutta l’Unione europea. Uno studio condotto dall’Università belga di Leuven ha calcolato infatti che il Regno Unito perderebbe il 4,4% del Pil e 525 mila posti di lavoro, mentre l’Ue nel suo complesso perderebbe l’1,54% del Pil e 1,2 milioni di posti di lavoro. Entrando nel dettaglio dei singoli Paesi, se il divorzio non fosse consensuale l’Italia perderebbe 139.140 posti, la Germania 291.930, la Francia 141.320, la Polonia 122.950. In caso di accordo, invece, i posti di lavoro che andrebbero persi in Italia sarebbero 31.230, in Germania 69.060; in Francia 34.500 e in Polonia 28.420.

LEGGI ANCHE: Brexit senza accordo, la Bank of England taglia il Pil

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *