L'Ue vuole proporre un rinvio di 12 mesi della Brexit

L’Ue vuole proporre un rinvio di 12 mesi della Brexit

05 Aprile 2019 07.47
Like me!

Il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, vuole proporre un rinvio "flessibile" di 12 mesi per la Brexit. Lo riferisce una fonte europea citata dalla Bbc.

Il suo piano permetterebbe al Regno Unito di lasciare l'Ue prima, se il parlamento britannico ratificherà un accordo, ma la proposta dovrà essere accettata dai leader europei al vertice straordinario della prossima settimana. La premier britannica Theresa May, intanto, secondo quanto riferisce Downing Street, ha proposto un rinvio della Brexit fino al 30 giugno. «Il governo britannico vuole concordare una tabella di marcia per la ratifica che permetta al Regno Unito di ritirarsi dall'Ue prima del 23 maggio e così cancellare le elezioni parlamentari europee, ma continuerà a fare preparazioni responsabili per organizzarle, se» questo piano «non si dimostrasse possibile», si legge in una lettera che la premier britannica ha scritto a Tusk, in vista del vertice del 10 aprile.

LE TRATTATIVE MAY-CORBYN

Se non siamo al 'si salvi chi può', a Londra ci manca poco. E a una settimana scarsa dal vertice Ue, ultima chiamata d'appello prima della scadenza del divorzio da Bruxelles prorogata fino al 12 aprile, soluzioni sul tavolo non se ne vedono. Le ultime fiches restano puntate sul dialogo fra la premier May, e il leader laburista, Jeremy Corbyn, in corsa contro il tempo alla ricerca d'un problematico accordo di compromesso da sancire entro martedì e portare poi al summit europeo. Ma la seconda tornata di colloqui, allargata ai rispettivi team, ha prodotto oggi soltanto l'annuncio della prosecuzione d'un lavoro «tecnico» definito «produttivo» e «dettagliato». Ma non risolutivo. Mentre il fuoco amico dall'interno dei due partitoni tiene sotto tiro entrambi i manovratori, pressati da moniti e ultimatum spesso in contraddizione l'uno con l'altro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *