Bullismo: 15enne rischia un occhio per le botte di un compagno

Bullismo: 15enne rischia un occhio per le botte di un compagno

Un ragazzo dell'Itis Cardano di Pavia è stato colpito al volto da un compagno. Genitori pronti a sporgere denuncia: «Atti vessatori da diversi mesi».

23 Maggio 2019 08.15

Like me!

Un ragazzo di 15 anni ha riportato un trauma cranico e rischia di perdere un occhio in seguito a un grave atto di bullismo in una classe dell'Istituto tecnico Itis Cardano di Pavia. Lo studente, hanno raccontato i genitori , è stato aggredito da un compagno che gli ha sbattuto con violenza la testa sul banco durante la lezione con l'insegnante di lettere. Trasportato al Policlinico San Matteo di Pavia ha avuto una prognosi di 20 giorni. Il giovane è stato poi dimesso, ma solo nei prossimi giorni si potrà sapere se potrà recuperare la vista dall'occhio sinistro che ha riportato la lesione della retina. A riportare la notizia è il quotidiano La Provincia pavese.

I GENITORI: ATTI DI BULLISMO DA DIVERSI MESI

I genitori del 15enne, che il 23 maggio dovrebbero presentare la denuncia ai carabinieri, hanno parlato di «atti di bullismo e vessazioni» nei confronti del figlio che duravano ormai da mesi. Il dirigente dell'Itis Cardano, Giancarla Gatti Comini, ha annunciato che nei prossimi giorni verrà convocato il consiglio di classe per esaminare questo grave episodio. Il responsabile dell'aggressione rischia una lunga sospensione.

A LAVORO PER RICOSTRUIRE I MESI DI VESSAZIONI

La preside ha detto anche di essere intenzionata a chiarire, con il supporto del corpo insegnanti, quali sono stati gli episodi di bullismo raccontati dai genitori della vittima. Ma soprattutto ha detto di voler capire com'è stato possibile che i docenti della classe non si siano accorti di quello che succedeva negli ultimi mesi.

IL RACCONTO DEI GENITORI

Secondo quanto raccontato dai genitori gli episodi sono iniziati già nei primi giorni di scuola con epiteti offensivi come «Handicappato», «Disadattato». Per mesi il ragazzo ha sopportato concentrandosi sullo studio, ma negli ultimi due mesi i risultati sono calati, probabilmente inseguito al clima vissuto in classe. Oltre alle prese in giro sono poi arrivate minacce e spintoni, ha scritto ancora la La Provincia pavese.

LE BOTTE IN CLASSE E IL RISCHIO DI PERDERE L'OCCHIO SINISTRO

L'epilogo di un mese di violenze è arrivato il 20 maggio. Un compagno ha prima insultato il 15enne una decina di volte, poi, insieme ad altri studenti, ha continuato le minacce fino a che uno di loro ha aggredito la vittima. Dopo la scena l'insegnante ha avvisato la presiede che ha convocato i giovani senza però avvertire il 118. Al termine delle lezioni il ragazzo ha raccontato al padre di aver mal di testa e di non riuscire a vedere da un occhio. Portato all'ospedale gli è stato diagnosticato un trauma con possibile lesione della vista.

LA MADRE: «SONO SCONCERTATA»

«Purtroppo», ha raccontato la madre del ragazzo ai quotidiani locali, «da quell’occhio dopo due giorni non vede ancora nulla. Speriamo si risolva tutto nel migliore dei modi: i medici ci hanno detto di aspettare. Sono sconcertata da quello che è successo a scuola. Presenterò denuncia dai carabinieri anche se, considerata la prognosi, la segnalazione al tribunale dei minori dovrebbe scattare d’ufficio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *