Cadavere carbonizzato nel pesarese

Redazione
19/01/2011

Il cadavere di un uomo carbonizzato è stato rinvenuto nelle campagne tra Mercatino Conca e Sassofeltrio, nel pesarese. Si tratta...

Cadavere carbonizzato nel pesarese

Il cadavere di un uomo carbonizzato è stato rinvenuto nelle campagne tra Mercatino Conca e Sassofeltrio, nel pesarese. Si tratta di Antonio D’Amato, 36 anni, palermitano ma da anni residente in zona. Il suo corpo è stato ritrovato intorno alle 6,30 del mattino del 19 gennaio.
ESECUZIONE MAFIOSA. A colpire i carabinieri, che stanno conducendo l’indagine, il fatto che l’uomo, di professione pasticcere, sia stato ritorvato con le gambe legate e la gola squarciata all’interno della sua auto, che poi è stata incendiata. Sembra inoltre che a D’Amato abbiano sparato anche un colpo di pistola in testa. Il tutto lascia pensare a una vera e propria esecuzione mafiosa.