Cade dallo scooter a Napoli, è omicidio

Redazione
26/08/2012

Vincenzo Di Pede, il 41enne napoletano già noto alle forze dell’ordine trovato nel pomeriggio del 25 agosto senza vita con...

Cade dallo scooter a Napoli, è omicidio

Vincenzo Di Pede, il 41enne napoletano già noto alle forze
dell’ordine trovato nel pomeriggio del 25 agosto senza vita
con la testa fracassata dopo essere caduto dallo scooter sul quale viaggiava
lungo corso Proto Pisani, nel quartiere San Giovanni a Teduccio
di Napoli è stato raggiunto da un colpo di pistola alla testa
esploso da due sicari. I rilievi sul cadavere effettuati dal
medico legale hanno confermato, quindi, le parole pronunciate
dalla compagna che viaggiava con Di Pede, D.C., di 28 anni, la
quale ha subito riferito alla polizia di avere notato due persone
a bordo di una moto affiancarsi al loro mezzo e poi dei rumori
molto somiglianti ai colpi di un’arma da fuoco.
DA INCIDENTE A OMICIDIO. Poi la rovinosa caduta
a terra che, in un primo momento, sembrava fosse la causa del
trauma all’origine del decesso del 41enne. Confermata la
vicinanza di Di Pede agli ambienti criminali della zona: è stato
già sottoposto a giudizio per i reati di ricettazione, furto e
spaccio e gli investigatori della polizia lo ritengono vicino al
clan Formicola. Durante l’esame, il medico legale ha
riscontrato un foro sulla tempia sinistra, e un altro nella
regione temporale destra.