Cairo, manifestazione parallela pro-Mubarak

Redazione
02/02/2011

dal Cairo Andrea Bernardi L’area attorno a piazza di Mustafa Mohammud si sta velocemente riempiendo di sostenitori del presidente egiziano...

Cairo, manifestazione parallela pro-Mubarak

dal Cairo
Andrea Bernardi

L’area attorno a piazza di Mustafa Mohammud si sta velocemente riempiendo di sostenitori del presidente egiziano Hosni Mubarak che, nella notte del primo febbraio, ha annunciato che non si ricandiderà alle prossime elezioni presidenziali (Leggi l’articolo sull’annuncio di Mubarak).
Fin dalle prime ore del mattino del 2 febbraio, manifestanti pro-governativi sono scesi in strada per far sentire la propria voce. Le strade attorno all’area sono in tilt e le auto si spostano a fatica.
‘Questo è il vero Egitto’, c’è scritto su alcuni cartelloni che espongono. Alcuni uomini della polizia sono portati in spalla e sventolano bandiere egiziane. Anche sotto la sede della televisione di Stato, sul vialone 6 Ottobre, luogo di scontri nei giorni scorsi, i manifestanti vicini al raìs stanno radunandosi, protetti dai militari a piedi e sui mezzi blindati. In piazza Tahrir nel frattempo, ha fatto irruzione sul lato del museo egizio, un gruppo di sostenitori del presidente (leggi la cronaca della manifestazione anti-governativa del Cairo). Si sono verificati piccoli tafferugli tra manifestanti delle opposte fazioni, che hanno provocato almeno 200 feriti. L’emittente araba Al Jazeera ha riferito addirittura di alcuni morti, dopo l’arrivo dei supporter del raìs. «Sono solo 2 mila», ha dichiarato un attivista anti-Mubarak.
Intanto, attorno alle 12, internet ha ricominciato a funzionare.