Calcio, caos Parma: arriva l’ufficiale giudiziario

Redazione
17/02/2015

Continua il caos totale per il Parma Calcio. Nonostante la deadline fosse fissata per il 16 febbraio non ci sono...

Calcio, caos Parma: arriva l’ufficiale giudiziario

Continua il caos totale per il Parma Calcio.
Nonostante la deadline fosse fissata per il 16 febbraio non ci
sono tracce di bonifici bancari a dipendenti e giocatori e il 17
febbraio al centro sportivo di Collecchio si è presentato
l’ufficiale giudiziario.
PORTATI VIA FURGONI E AUTO. Sono stati
portati via con i carri attrezzi tre furgoni e un’auto del
Parma Calcio e, secondo indiscrezioni, sarebbe ancora in corso il
sopralluogo dell’ufficiale giudiziario.
L’ufficiale giudiziario sarebbe intervenuto qper un debito
regresso di circa centomila euro che la società avrebbe
accumulato nei confronti di Equitalia.
Non ci sarebbero insomma collegamenti fra l’attuale momento
di attesa degli stipendi e l’attività del tribunale.
Intanto però cresce l’attesa per i pagamenti degli
stipendi
Il direttore generale Pietro Leonardi rimane, però, ottimista:
«Noi comunque restiamo fiduciosi, ieri sera abbiamo visto i
numeri del bonifico e contiamo che la situazione si
risolva».
DEADLINE DEI GIOCATORI. Il difensore del club
Fabiano Santacroce è stato chiaro: «Non
sappiamo nulla, restiamo in attesa. Diamo tempo fino alle 14, poi
prenderemo una decisione».
Ma il tempo utile per il pagamento degli stipendi è scaduto e
quindi la penalizzazione in classifica di cinque punti è
praticamente certa.
MANENTI: «VADO IN SLOVENIA, BONIFICI OK».
Intanto ha parlato anche il presidente Giampietro Manenti: «Ieri
sera c’è stato questo importante passaggio del bonifico
internazionale, però è meglio se vado a seguire la cosa di
persona là. Sì, ribadisco; i bonifici sono arrivati, il
pagamento è stato eseguito, ma non dobbiamo perdere nulla e vado
in Slovenia apposta per snellire ulteriormente la cosa».