Redazione

Chi sono i 10 candidati in corsa per la leadership Tory

Chi sono i 10 candidati in corsa per la leadership Tory

Aperta ufficialmente la sfida per il dopo-May tra i Conservatori. Da Gove a Javid, tutti contro Johnson.

10 Giugno 2019 19.50

Like me!

Sono 10 i candidati ammessi dal Comitato 1922 alla corsa per la successione a Theresa May alla leadership del Partito Conservatore britannico e, a seguire, di premier del Regno Unito. In gara ufficialmente il favorito Boris Johnson, Michael Gove, Jeremy Hunt, Sajid Javid, Andrea Leadsom, Dominic Raab, Matt Hancock, Rory Stewart, Esther McVey e Mark Harper. Resta fuori invece Sam Gimah, unico sostenitore di un secondo referendum sulla Brexit, non in grado di raccogliere il sostegno minimo di otto colleghi deputati per entrare in lizza.

VIA ALLE VOTAZIONI DI DEPUTATI E ISCRITTI

Il Comitato 1922, organismo di base del gruppo conservatore alla Camera dei Comuni e arbitro delle contese per la leadership, ha validato le candidature degli aspiranti sostenuti in partenza da almeno 8 deputati. Tutti pronti ora ad affrontare le votazioni dei colleghi parlamentari a eliminazione successiva destinate a scattare giovedì 13 per poi proseguire dal 18 al 22 prima di arrivare all’ultimo atto: il ballottaggio fra i 2 superstiti più suffragati affidato al voto postale dei 160 mila iscritti duri e puri del partito, con l’annuncio del vincitore (o vincitrice) previsto nel giro d’un mese per la settimana del 22 luglio.

HUNT E GOVE INSEGUONO JOHNSON

Johnson, che pare godere già dell’appoggio di oltre una cinquantina di onorevoli a Westminster, resta l’uomo da battere; ma alle sue spalle non mollano la presa né Hunt, né Michael Gove, al momento gli sfidanti di maggior peso. E qualche speranza continuano a coltivarla pure Sajid Javid, il figlio d’immigrati pachistani divenuto ministro dell’Interno, i falchi brexiteer Dominic Raab e Andrea Leadsom, e Rory Stewart, il più combattivo di ciò che resta del nucleo moderato di casa Tory.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *