Capodanno a Times Square, rischio proteste per la guerra in Medio Oriente

Redazione
29/12/2023

Attesi sostenitori sia della Palestina che di Israele: rafforzata a New York la presenza degli agenti, estesa la zona di sicurezza fino alla sesta e ottava strada.

Capodanno a Times Square, rischio proteste per la guerra in Medio Oriente

New York si prepara a celebrare in grande stile, come sempre, l’arrivo del nuovo anno. Ma sulla festa di Times Square ci sarà l’ombra delle proteste per la guerra in corso nella Striscia di Gaza. Come annunciato dal sindaco Eric Adams e dal dipartimento di polizia, è stata predisposta una massiccia presenza di agenti prima, durante e dopo la tradizionale cerimonia con la discesa della sfera di cristallo, che saluterà l’inizio del 2024.

Capodanno a Times Square, rischio proteste per la guerra in Medio Oriente. Attesi sostenitori sia della Palestina che di Israele.
Tutto pronto per il Capodanno a Times Square (Getty Images).

Attesi a Times Square sostenitori sia della Palestina che di Israele

Il perimetro di sicurezza di allargherà da Times Square fino alla sesta e ottava strada. Dopo l’attacco di Hamas a Israele lo scorso 7 ottobre, in città ci sono state circa 500 manifestazioni di protesta: secondo le autorità è probabile che sia sostenitori della Palestina che di Israele si dirigano verso una delle piazze più affollate al mondo per ottenere maggiore visibilità, dato che la cerimonia della discesa della sfera di cristallo viene trasmessa in diretta internazionale.