Dakar 2024, è morto Carles Falcón: il motociclista spagnolo non ce l’ha fatta dopo l’incidente

Redazione
15/01/2024

Nella caduta, una settimana prima del decesso, ha rimediato diverse fratture ma anche un edema cerebrale causato dall'arresto cardiorespiratorio, considerato irreversibile.

Dakar 2024, è morto Carles Falcón: il motociclista spagnolo non ce l’ha fatta dopo l’incidente

Lutto alla Dakar 2024. Il motociclista spagnolo Carles Falcón, caduto nel corso della seconda tappa del rally in Arabia Saudita, non ce l’ha fatta. Dopo una settimana di terapia intensiva e coma indotto, il pilota è stato rimpatriato in Spagna lo scorso 12 gennaio, in condizioni critiche. Oggi il decesso. In una nota il suo team, il Twin Trail, ha annunciato: «Lunedì 15 gennaio Carles ci ha lasciato. L’equipe medica ha confermato che il danno neurologico provocato dall’arresto cardio-respiratorio durante l’incidente è irreversibile. Era una persona sorridente e sempre attiva, ci ha lasciato facendo ciò che aveva sempre sognato: correre una Dakar».

Dakar 2024, è morto Carles Falcón il motociclista spagnolo non ce l'ha fatta dopo l'incidente
Un motociclista alla Dakar (Getty Images).

Carles Falcón vittima di un edema cerebrale

Falcón è caduto a quindici chilometri dall’arrivo nella prova speciale di quasi 450 km tra Al Henakiyah e Al Duwadimi. La caduta ha procurato un edema cerebrale esteso, tale da non permettere un intervento urgente alla vertebra cervicale C2. Il motociclista ha rimediato anche fratture a cinque costole, clavicola e polso sinistro. Il danno neurologico causato dall’arresto cardiaco subito nell’incidente, però, non ha permesso di intervenire e di salvargli la vita. Nel 2022 Falcón ha chiuso al sessantottesimo posto assoluto la Dakar, sedicesimo tra le moto.