Carne coltivata, l’Unione Europea ha bloccato il ddl Lollobrigida

Redazione
01/02/2024

Il disegno di legge proposto dal ministro dell'Agricoltura è stato approvato con un rapido iter nel dicembre 2023 ma non ha superato la «valutazione» della Commissione.

Carne coltivata, l’Unione Europea ha bloccato il ddl Lollobrigida

L’Unione Europea ha bocciato il ddl Lollobrigida sullo stop alla produzione della carne coltivata, approvato a metà dicembre e inviato a Bruxelles per essere valutato. Nonostante un iter parlamentare molto rapido, la firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, l’Ue non apporrà il proprio vincolo e il disegno di legge non diventerà operativo. Secondo quanto scritto dal Foglio, la Commissione europea ha archiviato in anticipo la notifica sul ddl. Questo perché « testo è stato adottato dallo stato membro prima della fine del periodo di sospensione» previsto dalle direttive europee.

Lollobrigida: «L’Ue vuole solo essere informata sull’applicazione»

Per il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida non si tratta di una bocciatura. In una nota ha spiegato: «La Commissione europea ha chiuso la procedura Tris, avviata a seguito della notifica della legge sulla carne coltivata. La chiusura comporta che sia stata definitivamente accertata, da parte della Commissione europea, la compatibilità della legge con i principi del diritto dell’Ue in tema di mercato interno. Diversamente, la Commissione avrebbe proceduto con un parere circostanziato, a prescindere dalle modalità di notifica. Non ci sarà pertanto nessuna procedura di infrazione, né richiesta all’Italia di abrogare la legge. La Commissione chiede solo di essere informata sull’applicazione della legge da parte dei giudici nazionali. Come per tutti i provvedimenti che entrano in vigore in Italia, spetta ai giudici nazionali, in sede di applicazione, l’ulteriore vaglio di compatibilità con il diritto unionale».

Unterberger a Lollobrigida: «Aveva fretta di annunciare la sua “impresa”»

Lollobrigida ha incassato l’attacco della senatrice di Svp e presidente del Gruppo per le autonomie, Julia Unterberger: «Il ministro ha avuto così tanta fretta nell’annunciare la sua “impresa eroica” di aver fatto dell’Italia l’unico Paese al mondo a vietare qualcosa che non esiste, da trascurare le regole dell’Ue. Il disegno di legge sulla carne coltivata avrebbe dovuto essere sottoposto all’Ue per una valutazione prima della sua approvazione, non dopo che la legge è stata approvata. Per questa ragione, l’Ue l’ha respinta, cosicché nessun giudice italiano può applicarla».

Carne coltivata, l'Unione Europea ha bloccato il ddl Lollobrigida
Julia Unterberger (Imagoeconomica).