Caso Ruby, attesa per il voto alla Camera

Redazione
03/02/2011

Caso Ruby, per le 19 è previsto il voto alla Camera sulla richiesta di autorizzazione alla perquisizione disposta dalla procura...

Caso Ruby, attesa per il voto alla Camera

Caso Ruby, per le 19 è previsto il voto alla Camera sulla richiesta di autorizzazione alla perquisizione disposta dalla procura di Milano nei confronti del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, in particolare per accedere agli uffici del commercialista Giuseppe Spinelli.
Il dibattito in aula avrà inizio alle 15 del 3 febbraio.
Intervistato a Mattino Cinque, il ministro della Giustizia Angelino Alfano, ha dichiarato: «La Camera voterà compatta, come è già avvenuto in passato». Il deputato Luca Barbareschi ha anticipato: «Sono di Futuro e libertà, voterò con il Fli».
IN ARRIVO L’AUTORIZZAZIONE PER IL PREMIER. Se Montecitorio riuscirà a rinviare gli atti alla procura di Milano, con i quali i pm avevano chiesto l’autorizzazione a perquisire gli uffici di Spinelli, è probabile che ci siano i voti anche per respingere l’eventuale richiesta di autorizzazione nei confronti del premier che potrebbe arrivare dal tribunale dei ministri.
In settimana, infatti, è prevista la formalizzazione della richiesta di rito immediato per il presidente del Consiglio, indagato per prostituzione minorile e concussione nell’ambito dell’inchiesta sul caso Ruby.
PERQUISITI CASE E STUDIO DI BRIGANDÌ. La mattina del 3 febbraio a Torino è stato perquisito anche lo studio di Matteo Brigandì, componente laico del Consiglio superiore della magistratura accusato di aver divulgato alcuni atti secretati di un procedimento sul pm di Milano Ilda Boccassini.
Il giorno precedente era stata visitata dalle forze dell’ordine anche l’abitazione di Brigandì, che ha denunciato di essere stato «perquisito anche corporalmente». Il membro leghista del Csm ha ricevuto un avviso di garanzia.