Diego Fusaro

Catalogna: elogio della Spagna unita, contro i deliri separatisti

Catalogna: elogio della Spagna unita, contro i deliri separatisti

16 Ottobre 2017 07.54
Like me!

Le vicende della Catalogna separatista sono emblematiche della polverizzazione degli Stati sovrani nazionali come cifra dei processi di mondializzazione. La mondializzazione mira a ridurre il globo intero in un unico mercato deregolamentato e desovranizzato. Con la grammatica di Hegel, la pluralità degli Stati sovrani è dissolta a favore dell’unico “sistema dei bisogni” planetarizzato. Ora, la disgregazione degli Stati sovrani può avvenire direttamente dall’alto, mediante il solerte operato della monarchia talassocratica del dollaro, braccio armato della mondializzazione finanziaria (Libia 2011, Iraq 2004, Serbia 1999); o dal basso, mediante rivolte colorate e primavere arabe, con cui il popolo opera eterodiretto da potenze che lo sovrastano e che lo impiegano ad usum sui (Georgia, Ucraina, ecc.).

LE MANOVRE DI SOROS. Ritengo che la vicenda della Catalogna si inscriva nella seconda modalità di annichilimento preordinato degli Stati sovrani nazionali. Basta seguire i flussi transnazionali della finanza e del capitale liquido per comprendere i movimenti tellurici che sconvolgono il pianeta e le loro reali motivazioni. Basti qui rammemorare che il filantropo Soros, beniamino dei mercati ed esponente di spicco della global class apolide dei signori del mundialismo, nel 2014 fornì il suo sostegno economico a due istituzioni di Barcellona: al Cidob, centro di studi di politica e affari internazionali, donando generosamente 24.973 dollari per l'organizzazione di una giornata per l'integrazione, e al Diplocat, agenzia para-diplomatica catalana che “promuove il dialogo fra i cittadini della Catalogna e il resto del mondo”, elargendo con somma prodigalità 27.049 dollari.

Insomma, le direzioni e le traiettorie della finanza globale sono chiarissime. A ciò si aggiunga questo tragicomico fatto, altamente significativo: i catalani si oppongono all’anti-democratica Madrid – così nella loro narrazione – e, nel farlo, si rivolgono… all’Unione Europea! Sì, esatto: all’Unione Europea, ossia a un’entità che di democratico forse non ha nemmeno più il nome, essendo de facto l’autogoverno dei ceti possidenti dei signori della finanza sul vecchio continente. Insomma, ve n’è a sufficienza per capire a chi convenga l’indipendenza della Catalogna e perché occorra contrastarla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *