F1

La Formula 1 (F1) è la massima categoria in cui gareggiano vetture monoposto a ruote scoperte su circuito. È regolata dalla Federazione internazionale dell’automobile, che al termine di ogni stagione assegna due titoli: quello piloti e quello costruttori. È nata nel 1948, ma il primo campionato mondiale risale al 1950.

LE CASE AUTOMOBILISTICHE PIÙ VINCENTI

La Scuderia Ferrari è la squadra automobilistica più vincente della storia della Formula 1. Dal suo debutto, avvenuto nel 1950 al Gran premio di Monaco, ha conquistato ben 16 campionati costruttori (oltre a 15 campionati mondiali piloti). Seguono la Williams con nove e la McLaren con otto.

I PILOTI PIÙ TITOLATI

Il pilota più vincente della Formula 1, con all’attivo ben sette titoli mondiali, è il tedesco Michael Schumacher. Considerato uno dei più grandi sportivi di tutti i tempi, ha vinto i primi due campionati con la Benetton e i successivi cinque con la Ferrari. Lo seguono il britannico Lewis Hamilton, con sei titoli all’attivo, e l’argentino Juan Manuel Fangio con cinque.

GLI INCIDENTI MORTALI IN FORMULA 1

Ad oggi sono 44 i piloti morti in Formula 1. Di questi, 32 sono deceduti in seguito a incidenti nel corso un Gran premio. Il primo a perdere la vita è stato il britannico Cameron Earl, il 18 giugno del 1952, durante un test drive a Nuneaton, in Inghilterra. L’ultimo è stato invece il francese Jules Bianchi, il 5 ottobre del 2014, sul circuito di Suzuka, in Giappone.

COSA SIGNIFICA IL TERMINE FORMULA

La parola formula indica il regolamento al quale sia le vetture sia i piloti devono sottostare per poter partecipare al campionato. Esso nasce per limitare le eccessive disparità tecniche tra le auto e per ridurre il numero dei rischi e degli incidenti. A partire dalla nascita della categoria, questo regolamento ha subito molte modifiche, andate di pari passo con i progressi tecnologici delle auto e della crescente attenzione per la sicurezza dei piloti.