Caterina Balivo e Bianca Guaccero, i flop in Rai delle ex regine di Detto fatto

Rodrigo Garbo
31/10/2023

Hanno condotto per anni il programma del pomeriggio su Rai2. Ora la prima con il talk La volta buona di Rai1 ha abbassato i numeri che faceva Serena Bortone (un milione di spettatori in meno). Mentre la seconda non ingrana alla guida del comedy show serale su Rai2 Liberi tutti!: 3,2 per cento di share al debutto, sceso subito al 2,6.

Caterina Balivo e Bianca Guaccero, i flop in Rai delle ex regine di Detto fatto

Per anni le hanno descritte come rivali. Ad accomunarle (o dividerle) la conduzione di Detto fatto, il programma che per anni ha occupato la fascia del pomeriggio di Rai2. Caterina Balivo ha condotto le prime sei edizioni. Bianca Guaccero le ultime quattro. La trasmissione ha chiuso i battenti a maggio 2022 per essere rimpiazzata, da settembre, da BellaMa’ di Pierluigi Diaco. Nella stagione successiva è arrivato il ritorno di entrambe le presentatrici al timone di due nuovi programmi in Rai con ascolti poco esaltanti (gli ennesimi per la tivù di Stato meloniana). Da una parte Guaccero si è conquistata la prima serata di Rai2 con il comedy show Liberi tutti!. Dall’altra Balivo, dopo la non esaltante (a livello di Auditel, per lo meno) esperienza su La7 con Lingo – Parole in gioco nel preserale, ha occupato di nuovo la fascia pomeridiana di Rai1 con il talk La volta buona.

LEGGI ANCHE: Con Nicola Porro calano gli ascolti di Stasera Italia su Rete 4

Caterina Balivo ha abbassato lo share di Serena Bortone

Una fascia che la conduttrice cresciuta ad Aversa conosce fin dal 2003, quando è approdata a Casa Raiuno a fianco di Massimo Giletti per poi diventarne padrona prima con Festa italiana dal 2005 al 2010 e quindi con Vieni da me dal 2018 al 2020. E proprio a Vieni da me si ispira La volta buona che ha preso il posto di Oggi è un altro giorno di Serena Bortone. Quest’ultima esiliata su Rai3 nonostante in tre anni abbia portato gli ascolti del primo pomeriggio di Rai1 da una media poco superiore al 12 per cento al 16 per cento, fronteggiando alla grande lo scontro diretto con le soap di Canale 5 e soprattutto con Uomini e donne di Maria De Filippi che volano sopra al 20 per cento. Corazzate contro cui, al momento, Caterina Balivo ha dovuto abbassare la testa. Anche il giorno del debutto, l’11 settembre, quando La volta buona si è fermata al 13,1 per cento con 1 milione 266 mila persone davanti al piccolo schermo. Un anno prima, al suo ritorno dopo le vacanze estive, Oggi è un altro giorno faceva quasi un milione di telespettatori in più, pari al 13,7 per cento. Percentuale che Balivo ha superato solo in qualche occasione, assestandosi invece tra il 12 e il 13 per cento con punte in negativo fino all’11,4.

LEGGI ANCHE: Mara Venier ha perso il tocco magico: la crisi di ascolti di Domenica In

Caterina Balivo e Bianca Guaccero, i flop in Rai delle ex regine di Detto fatto
Caterina Balivo (Imagoeconomica).

Il problema della concorrenza interna con Milo Infante

A questo si aggiunge anche la concorrenza interna con Milo Infante che su Rai2 conduce Ore 14. Su Oggi Alberto Dandolo ha parlato addirittura di tensioni crescenti tra i due. Una situazione esacerbata dal fatto che «ai bassi ascolti de La volta buona fa eco il crescente pubblico che si sintonizza per seguire» Infante. «A destare sconcerto è anche il budget ridotto concesso» a quest’ultimo «a fronte di quello molto sostanzioso accordato» alla collega. Un divario che non si riflette nei risultati ottenuti dai due programmi. E che sta causando non pochi problemi al presentatore di Rai2, che, come raccontato da davidemaggio.it, sarebbe arrivato a chiedere una riduzione oraria del programma «per via della mancanza di collaboratori e di risorse economiche». Certo i numeri non sono gli stessi, ma nemmeno la rete e l’investimento. Il 30 ottobre, per esempio, La volta buona (con ospite Alessia Marcuzzi) ha fatto compagnia a 1 milione 469 mila persone con il 12,3 per cento, nella presentazione di 41 minuti, per poi scendere a livello di teste davanti alla tivù a 1 milione 340 mila, ma salire a livello di share (13,9 per cento). Un canale più avanti Ore 14 si assestava al 5,9 per cento (654 mila telespettatori).

LEGGI ANCHE: Tutti i numeri da record di Fazio che certificano il suicidio della Rai

Nel pomeriggio degli italiani volano le soap e Maria De Filippi

A dominare in quella fascia oraria è stato Canale 5 prima con Terra amara (2 milioni 742 mila spettatori e il 22,8 per cento) poi con Uomini e donne che ha superato il 24 per cento. Rai3 è passata dal 16,2 del Tgr al 3,5 di Rai parlamento Tg e il 3,3 de Il Palio d’Italia. Su Italia1 i tre episodi de I Simpson hanno oscillato tra il 4 e il 5 per cento. Meglio Rete4 che con Lo sportello di Forum ha convinto 656 mila persone (5,9 per cento). Mentre La7 e Tagadà si fermavano al 4,5. Fanalini di coda Tv8 con Due cuori e una torta (2,7 per cento) e Nove con Storie criminali (2,3 per cento).

LEGGI ANCHE: Il Pomeriggio Cinque di Myrta Merlino in crisi d’ascolti

Bianca Guaccero all’esordio si accontenta del 3,2 per cento e fa autocritica

E se Caterina Balivo non si è ancora espressa sulle difficoltà che sta incontrando con La volta buona, Bianca Guaccero ha immediatamente alzato le mani dopo la prima puntata del suo Liberi tutti! che, al suo debutto, la sera del 23 ottobre, si è dovuto accontentare di un misero 3,2 per cento con appena 550 mila persone collegate. Lo show che vede alcuni vip alle prese con l’incubo delle escape room è apparso quantomeno confuso e urlato a detta della critica e dei social: «È assolutamente vero», ha ammesso la conduttrice durante Tv Talk di Rai3. «Noi per primi abbiamo in questi giorni fatto molte riunioni. È un programma che va costruito, lo stiamo ancora studiando e perfezionando». Peccato che la seconda puntata sia andata ancora peggio, fermandosi a 438 mila spettatori pari al 2,6 per cento. Meglio di Rai2 hanno fatto sia Tv8 con GialappaShow (4,6 per cento e 773 mila persone davanti alla tivù) e Nove che con la nuova edizione de Il contadino cerca moglie ha superato il mezzo milione di telespettatori (2,9 per cento).

LEGGI ANCHE: Il mercante in fiera di Pino Insegno tra flop e rischio chiusura

Caterina Balivo e Bianca Guaccero, i flop in Rai delle ex regine di Detto fatto
Bianca Guaccero (Getty).

Anche il canale 20 con il Pallone d’oro ha fatto meglio

A livello di persone collegate anche il canale 20 ha superato Liberi tutti!. Merito della cerimonia di consegna del Pallone d’oro 2023 che ha radunato 482 mila spettatori pari al 2,5 per cento. A dominare la serata, senza grandi sorprese, è stata Rai1 grazie alla seconda puntata de I bastardi di Pizzofalcone 4 che ha conquistato 3 milioni 631 mila persone (21,5 per cento). Sotto di quasi un milione e mezzo di telespettatori segue Canale5 col Grande fratello (17,7 per cento). Italia1, che proponeva il film Peppermint – L’angelo della vendetta, ha conquistato 1 milione 400 mila persone e il 7,8 di share. Su Rai3 PresaDiretta è stato visto da 1 milione 121 mila telespettatori (5,8 per cento). Su Rete4 Quarta Repubblica ha invece totalizzato il 5,3 per cento, mentre La7 con il thriller Copycat – Omicidi si è dovuta accontentare del 2,4 per cento.

LEGGI ANCHE: Il Grande Fratello senza trash ha un problema di ascolti

Liberi Tutti! dietro a Fake show – Diffidate delle imitazioni di Max Giusti

Il comedy show di Guaccero sta riuscendo quindi nella quasi impossibile impresa di fare peggio dell’altro esperimento del lunedì sera di Rai2: Fake show – Diffidate delle imitazioni di Max Giusti. Anche in quel caso di trattava di un game show in cui una serie di volti noti si sfidavano imitando personaggi famosi, oggetti di scena, suoni e chi più ne ha più ne metta. Cinque puntate in tutto andate in onda da metà settembre con un debutto mediocre, ma dignitoso a livello di ascolti (722 mila telespettatori e il 5,14 per cento). Poi il crollo fino al 2,9 per cento, per una media degli appuntamenti ferma al 3,85 per cento e 585 mila persone alla visione.