Centauri alla scaligera

Redazione
24/01/2011

Si è chiuso  il Motor Bike Expo 2011 di Verona (21-23 gennaio) e, secondo le stime degli organizzatori, circa 120...

Centauri alla scaligera

Si è chiuso  il Motor Bike Expo 2011 di Verona (21-23
gennaio) e, secondo le stime degli organizzatori, circa 120 mila
persone sono transitate per gli stand degli 800 espositori,
animando una fiera che conferma il dato di crescita (circa il 20%
in più) anno dopo anno per la soddisfazione di ospiti ed
espositori.
Francesco Agnoletto, project manager della fiera, ha infatti
spiegato: «Questo Motor Bike Expo conferma il clima di ottimismo
che si respira attorno al mondo delle due ruote; altro dato
interessante emerso da questa fiera è il successo del segmento
custom che continua, e lo conferma anche il fatto che l’Expo
gli ha concesso grande spazio».
PUNTO DI RIFERIMENTO. Gli fa eco il presidente
Ettore Riello: «VeronaFiere si conferma il partnership giusto
per eventi come questo, facendoli crescere e consolidare. In tre
edizioni veronesi questa kermesse è diventata un punto di
riferimento per gli amanti delle moto assumendo un certo rilievo
anche a livello europeo, contribuendo inoltre in modo sostanziale
alla realizzazione degli obiettivi prefissati dal Piano
industriale 2010-2014».
Passando alla parte espositiva, si diceva del grande rilievo
assegnato alle custom, ma non solo: spazio è stato dato anche
alle varianti Special (come la Vyrus 986 M2 o Breganze SF 750) e
alle nuove presentazioni, come l’attesa nuova Ducati
Desmosedici GP11 di Valentino Rossi, che ha letteralmente
catalizzato l’attenzione di tutti i visitatori, ma anche la
Ducati Diavel e gli ultimi modelli Yamaha. A livello di
fatturato, l’edizione 2011 ha superato i 20 milioni di euro, e
già si guarda con ottimismo all’edizione 2012, la quarta
presso VeronaFiere.