ChatGPT, in arrivo l’AI che parla come un essere umano

Redazione
23/11/2023

L'aggiornamento chiamato "Voice" era stato annunciato da tempo, ma era riservato agli iscritti al servizio Plus. Consiste nell'impiegare l'intelligenza artificiale tramite il riconoscimento vocale, ottenendo risposte verbalizzate.

ChatGPT, in arrivo l’AI che parla come un essere umano

OpenAI, azienda responsabile dello sviluppo di ChatGPT, è tornata a far parlare di sé dopo aver introdotto la versione Voice dell’app, un’espansione per smartphone che si propone come diretta concorrente di Assistente Google, Alexa e Siri. Consiste, infatti, nella possibilità di impiegare l’intelligenza artificiale mediante il riconoscimento vocale, ricevendo risposte vocali, analogamente a quanto già offerto dalle applicazioni concorrenti. La novità era stata anticipata da diverso tempo, ma era inizialmente riservata agli abbonati al servizio Plus.

ChatGPT interagisce direttamente con la voce

ChatGPT Voice è accessibile a tutti, gratuitamente. Attraverso un post su X, OpenAI ha dichiarato: «ChatGPT Voice è ora fruibile da tutti, gratuitamente. Scarica l’app sul tuo telefono e tocca l’icona delle cuffie per iniziare una conversazione». Come gli altri assistenti vocali, è possibile interagire con il chatbot tramite il riconoscimento vocale. L’AI rimane in ascolto una volta avviata la conversazione, consentendo la continuità anche durante il passaggio tra diverse applicazioni, fino a quando non si chiude l’interazione premendo la “X”. L’aggiornamento è già disponibile per l’app principale, incluso il supporto in italiano sia su Android sia iOS. La lingua parlata è automaticamente riconosciuta, eliminando la necessità di configurazioni nell’app e consentendo di porre direttamente la propria domanda. La voce generata risulta molto naturale, malgrado la sua inclinazione tipicamente anglosassone.