Chi è Benedetta Scuderi, l’italiana candidata alla guida dei Verdi europei

Matteo Innocenti
12/12/2023

Originaria di Agropoli, ha 32 anni e si è laureata in giurisprudenza a Roma. Master alla Bocconi e alla UCL di Londra, a settembre ha “trollato” Giambruno a Diario del giorno. «Noi giovani siamo pronti per essere protagonisti del cambiamento», ha detto in vista delle elezioni di giugno 2024.

Chi è Benedetta Scuderi, l’italiana candidata alla guida dei Verdi europei

Portavoce della Federation of Young European Greens, la 32enne italiana Benedetta Scuderi è dal 2 dicembre uno dei quattro candidati alla guida dei Verdi europei in vista delle elezioni continentali in programma a giugno del 2024. Della rosa fanno anche parte l’olandese Bas Eickhout, la tedesca Terry Reintke, la lettone Elīna Pinto: gli eletti, i cosiddetti “Spitzenkandidaten”, saranno il volto della campagna elettorale europea, oltre a candidarsi per la carica di presidente della Commissione Ue, che sarà nominata dopo le elezioni.

Si era candidata alle ultime elezioni con l’Alleanza Verdi-Sinistra

Classe 1991, originaria di Agropoli (Salerno) ma residente a Milano, Scuderi si è candidata alla Camera con l’Alleanza Verdi-Sinistra alle ultime elezioni, senza però essere eletta. Nel frattempo sono cambiate un po’ di cose e ora è pronta a riprovarci alle Europee. «La politica si fa per la comunità, se me lo chiederà il gruppo ne sarò felice», aveva dichiarato. «Questa è un’opportunità unica. Sarei la prima donna del Sud a diventare candidata di punta dei Verdi Europei. Le prossime europee rappresentano un crocevia storico. Possiamo scegliere tra un’Europa per le persone ed il pianeta e una guidata da odio e diseguaglianze», ha scritto su Facebook. «Come verdi, possiamo essere i promotori del cambiamento, continuando a dire quello che gli altri non dicono e fare quello che gli altri non fanno. Noi giovani siamo pronti per essere protagonisti di questo cambiamento».

Chi è Benedetta Scuderi, l’italiana candidata alla guida dei Verdi europei. 32 anni, a settembre ha “trollato” Giambruno a Diario del giorno.
Benedetta Scuderi (Instagram).

La laurea in giurisprudenza a Roma, poi i master a Milano e Londra

«Specializzata in politiche verdi, coinvolgimento della comunità, valutazione dell’impatto sociale, sviluppo e reporting di strategie di sostenibilità», come si legge su LinkedIn, Scuderi si è laureata in giurisprudenza all’Università di Roma Tre, frequentando poi due master alla Bocconi di Milano e alla UCL di Londra. Prima ancora l’Erasmus a Madrid e un periodo di scambio in Cina. Nel suo curriculum esperienze lavorative presso le aziende AzzeroCO2, Ventitrenta, HPG AG. Credendo nella necessità di combattere per un mondo più giusto ed equo, «si è da sempre dedicata alla politica, alla cooperazione ed al volontariato», racconta sul sito dei Giovani Europeisti Verdi. La votazione finale per scegliere i due candidati principali si svolgerà durante il congresso dei Verdi europei che si terrà a Lione dal 2 al 4 febbraio, a seguito di una campagna paneuropea interna.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Young European Greens (@fyeg)

La frecciata a Giambruno nel corso di Diario del giorno

Buona parte d’Italia si è accorta di lei a settembre, dopo una frecciata ad Andrea Giambruno, allora conduttore tv e ufficialmente ancora compagno della premier Giorgia Meloni, che durante Diario del giorno aveva pronunciato l’infelice frase: «Se vai a ballare hai tutto il diritto di ubriacarti, ma se eviti di ubriacarti e di perdere i sensi, magari eviti anche di incorrere in determinate problematiche, perché poi il lupo lo trovi», riferendosi allo stupro di Palermo. Ospite proprio di Diario del giorno su Rete 4, rispondendo a una domanda sull’orsa Amarena uccisa in Abruzzo, Scuderi aveva detto: «Potremmo dire che è responsabilità dell’orsa, perché se non fosse uscita di notte da sola non avrebbe incontrato il cacciatore, o il lupo, e quindi queste cose non sarebbero successe». Un primo duro colpo al machismo di Giambruno: poi sarebbero arrivati i fuorionda di Striscia la Notizia.