Chi trova Fini sott’acqua trova un tesoro

Redazione
24/08/2012

Chissà se a 40 metri di profondità le guardie del corpo servono. Gianfranco Fini si è infilato fin là sotto...

Chi trova Fini sott’acqua trova un tesoro

Chissà se a 40 metri di profondità le guardie del corpo servono.
Gianfranco Fini si è infilato fin là sotto per stare lontano dalle polemiche sulla sua scorta in superficie, e lì si è scoperto sub provetto oltre che presidente della Camera e leader di Futuro e libertà.
«Mi trovavo sott’acqua, intento a rimuovere una rete da pesca incagliata negli scogli. E l’ho vista: un’ancora antica di grandi dimensioni, probabilmente appartenente a un galeone affondato nel 1700».
DOPO RESTAURO AL COMUNE. Il ritrovamento del reperto è stato raccontato da Fini in un’intervista a Gente, in edicola da sabato 25 agosto.
Un’avvenuta al largo di Porto Ercole, all’Argentario.
«L’ancora è stata misurata, recuperata e, dopo il restauro, verrà consegnata al Comune di Monte Argentario per essere esposta nella piazzetta della Guardia Costiera».
PREMIER DONNA. Riemerso, Fini ha parlato anche di politica.
«Il ministro Cancellieri ha preannunciato la volontà di rivedere tutte le regole relative alla sicurezza, scorte comprese, sono certo che lo farà e avrà il mio pieno consenso», ha detto Fini, che interrogato su un possibile candidato premier ha risposto: «Mi piacerebbe se per la prima volta a Palazzo Chigi ci fosse una donna. Fli contribuirà con altri a rendere possibile un’alternativa di governo liberale riformatrice e democratica rispetto al tradizionale confronto tra Berlusconi e Lega da una parte e Bersani e Vendola dall’altra».