Cosa ha detto Chiara Appendino sulla Tav

29 Dicembre 2018 12.08
Like me!

Conferenza stampa di fine anno anche per la sindaca pentastellata di Torino Chiara Appendino. Con un'attenzione particolare alla Tav. Uno dei nodi spinosi del governo giallo-verde. Alla domanda sulla decisione del governo di non rinnovare l'Osservatorio sulla Torino-Lione, Appendino ha risposto senza giri di parole: «Per noi è assolutamente coerente che venga chiuso». «La città di Torino», ha ricordato la prima cittadina, «è uscita dall'Osservatorio due anni fa perché non lo ritenevamo utile, molto prima di queste dinamiche politiche. Quindi per noi è assolutamente coerente che venga chiuso».

ATTESA PER LA PUBBLICAZIONE DELL'ANALISI COSTI-BENEFICI SULLA TAV

Sull'annunciata visita ai cantieri in Valsusa del premier Giuseppe Conte, Appendino si è detta d'accordo. «Non ho motivo di dubitare che non venga e credo che sia giusto lo faccia», ha detto la sindaca. Secondo la quale «il premier ha fatto bene a ribadire che l'analisi costi-benefici verrà pubblicata a breve». «Penso sia giusto che si sia preso il tempo di venire sul territorio per condividere le scelte con gli attori coinvolti», ha aggiunto, «quindi ci vorrà qualche mese poi verrà fatta la scelta definitiva».

«IL GOVERNO STA RISPETTANDO QUANTO DETTO»

Sulla grande opera, a dire di Appendino, il governo giallo-verde non si è contraddetto. Anzi, sta «rispettando quanto detto. Il premier Conte ha detto che una decisione sarà presa prima delle elezioni europee», ha ricordato la pentastellata, «ma anche che l'analisi costi benefici arriverà a giorni e poi partirà dialogo con territorio, come credo sia corretto». Per Appendino, dunque, «oggi la priorità è rendere pubblica l'analisi sulla quale si aprirà un dibattito, alla luce di dati oggettivi, che auspico in tempi celeri». Quanto all'eventualità che il cantiere di Chiomonte venga subito chiuso, qualora l'analisi costi-benefici dia esito negativo, Appendino ha ribadito che la scelta «spetterà al governo nei limiti dei poteri che può attuare. L'importante è che l'analisi venga pubblicata e che ci sia un dibattito sul territorio. Poi ci confronteremo».

facebook.com/chiaraappendinosindaca/videos/216424365904984/?__xts__[0]=68.ARDKfk0T30qH_RR-XFc7GfetglJQhwVr1CNeyfixY2yRP2fAsN3HwdAL-q5LYVQjOlQ8JSU9O9-eHTuWexC_1z_9UgY3ytw7EdyHXh24x3vg7G7-D8G2jDcK5VWD3MzH5jDRxtHFA_30NCV2qN9A78UEnJTfj2vCO0WuB-bFVF-FA_VYGflOliBbkcUOuLUlOzzvPSlZgjhX_P1eHQCJUmVaa_j89hFCaOvJ-u4ZEvlJZo5Ni59l0RbDyarMCtd_KVWbchmTNQQRz5OqtYHP8sfJ8QP561lKHJb9o1AZkoZXI5Q_vHlSQA9XYI6Ie4er78l5uT0XsxYAaJ0txoyWO2Q1P9VHTvMu0SRV5A&__tn__=-R" data-width="552">

La conferenza stampa di fine anno. Seguiteci!

Geplaatst door Chiara Appendino op Zaterdag 29 december 2018

L'INDISCREZIONE DI BLOOMBERG: PROGETTO DA BOCCIARE

Stando a una indiscrezione di Bloomberg pubblicata il 20 dicembre scorso, l'analisi costi-benefici commissionata dal governo finirà per bocciare il progetto perché «non economicamente sostenibile». L'agenzia, citando due fonti vicine al dossier, aveva aggiunto che si tratta di una «grossa vittoria per il Movimento 5 stelle», storicamente contrario alla Tav. Bloomberg ha ricordato anche che la decisione del ministero delle Infrastrutture e trasporti sul continuare o meno i lavori della Tav è attesa solo in un secondo momento, dopo una valutazione dei costi amministrativi di uno stop, che alcune analisi avrebbero valutato in 2 miliardi di euro.

LEGGI ANCHE: Cosa sappiamo dell'analisi costi-benefici sulla Tav

L'indiscrezione era stata smentita dal ministro M5s Danilo Toninelli. «Di fronte alle indiscrezioni di stampa odierne», aveva detto il titolare alle Infrastrutture, «smentisco che sia stata completata l'analisi costi-benefici sulla TavTorino-Lione. Quando sarà effettivamente portata a termine e sarà stata condivisa con gli interlocutori interessati sarà naturalmente pubblicata, in ossequio a quel principio di trasparenza che abbiamo sempre osservato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *