Chiara Danese, dal Ruby gate a Miss Italia

Redazione
23/08/2012

Chiara Danese è tra le cento ragazze che si contenderanno fascia e corona di Miss Italia 2012. La giovane, nota...

Chiara Danese, dal Ruby gate a Miss Italia

Chiara Danese è tra le cento ragazze che si contenderanno fascia e corona di Miss Italia 2012.
La giovane, nota alle cronache perché una delle testimoni al processo Ruby contro Silvio Berlusconi, ha di nuovo la possibilità di realizzare il suo sogno.
Chiara è infatti alla sua seconda partecipazione al concorso di bellezza più famoso del Paese; la ragazza era infatti tra le concorrenti nel 2010, ma non aveva vinto.
E così dalle aule del tribunale milanese è passata a Montecatini con la fascia di Miss Valle d’Aosta.
Ma per vedere se questa volta riuscirà a sbaragliare la concorrenza non resta che aspettare il 9 e il 10 settembre, data di inizio della competizione tra bellissime, su Rai1.
Nel pomeriggio del 22 agosto Chiara ha partecipato con le altre ragazze all’incontro con Tara Gandhi.
«Mi piace l’argomento di questa edizione del concorso», ha raccontato poi la ragazza «mi sono piaciute molto le parole della nipote di Gandhi e mi ripropongo di trasmettere il suo messaggio».
«SPERO CHE QUELLA STORIA NON MI DANNEGGI». La Danese è stata una delle testimoni chiave al processo Ruby contro l’ex premier e si è anche costituita parte civile nel processo Ruby bis per sfruttamento della prostituzione a carico di Emilio Fede, Nicole Minetti e Lele Mora, insieme all’amica Ambra Battilana.
Chiara spera che questa vicenda giudiziaria non influenzi la giuria e il pubblico durante la competizione.
«Qui quella storia non me la sono portata dietro, non è una storia che mi piace particolarmente. Spero non mi danneggi, perché voglio essere giudicata come tutte le altre ragazze», ha confessato la giovane Miss ai giornalisti.