Chiara Ferragni, il centro antiviolenza D.I.Re fa chiarezza: «Ricevuti i 150 mila euro del cachet di Sanremo»

Valentina Sammarone
09/01/2024

Tramite una nota, l'associazione Donne in Rete ha specificato di aver ricevuto il bonifico da TBS Crew srl, società controllata dall'influencer, ancor prima dell'inizio del Festival. Nel frattempo, il suo pandoro adesso vale 250 euro online.

Chiara Ferragni, il centro antiviolenza D.I.Re fa chiarezza: «Ricevuti i 150 mila euro del cachet di Sanremo»

Chiara Ferragni è indagata per truffa aggravata insieme ad Alessandra Balocco, amministratore delegato dell’azienda dolciaria coinvolta nel controverso caso dei pandoro rosa. La storia è finita su tutti i giornali e su internet, portando le forze dell’ordine a controllare tutti i movimenti, contratti e progetti a scopo benefico dell’influencer. Nel mirino anche la sua partecipazione a Sanremo 2023. Quando si presentò al Festival in veste di co-conduttrice, la Ferragni dichiarò di voler devolvere il suo intero cachet da 150 mila euro all’associazione Donne in Rete (D.I.Re). Effettivamente, ancor prima dell’inizio della competizione canora, l’influencer ha devoluto l’intero compenso.

L’associazione D.I.Re in una nota: «Ricevuti i soldi»

A seguito di alcuni dubbi sollevati, l’associazione ha deciso di mettere le cose in chiaro attraverso una nota: «A seguito di numerosi articoli che hanno messo in dubbio l’effettiva donazione del cachet di Sanremo a D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza, l’associazione conferma di aver ricevuto 150 mila euro tramite bonifico da TBS Crew srl in data 12/01/2023. L’erogazione liberale è stata destinata allo sviluppo di sportelli lavoro in 16 centri antiviolenza della rete D.i.Re. I fondi sono stati distribuiti a seguito di una call interna ai centri del 09/05/2023 per la presentazione obiettivi del fondo lavoro e avviso per presentazione proposte. Sono stati selezionati 16 centri antiviolenza che hanno ricevuto i finanziamenti a fondo perduto attraverso bonifici effettuati dal 22/06/2023 al 07/07/2023, a seguito della ricezione della convenzione sottoscritta dall’associazione socia».

Il pandoro Pink Christmas di Chiara Ferragni ora vale 250 euro

Nel frattempo, il pandoro coinvolto nello scandalo, ora ritirato dal mercato, ha raggiunto prezzi record. Coldiretti segnala che il Pink Christmas, oggetto di offerte che arrivano fino a 250 euro sui siti di compravendita online, ha raggiunto valutazioni straordinarie. Mentre sconti significativi coinvolgono i prodotti tipici delle festività di Natale e Capodanno, con riduzioni che possono toccare il 70 per cento, questa opportunità non si applica al dolce promosso dall’influencer e successivamente rimosso dagli scaffali.