Michelangelo Coltelli

Le bufale sui vandali della chiesa dei Lugaresi di Cesena

Le bufale sui vandali della chiesa dei Lugaresi di Cesena

Il video dei danni è diventato virale su Facebook. Alcune pagine hanno puntato il dito contro i «migranti tanto cari a Bergoglio». Ma i responsabili sono due rumeni ubriachi. 

29 Aprile 2019 09.23

Like me!

Poche righe per fare chiarezza su una storia che durante il weekend ha polarizzato, come al solito, una discreta fetta di lettori italiani. Su molte bacheche Facebook è apparso un video, pare girato da un agente di polizia, che mostrava i danni fatti da due stranieri alla cappella dell’Istituto dei Lugaresi di Cesena.

L’autore del video non si limita a questo, ma commenta ad alta voce quello che ci sta mostrando. Le prime parole sono: «Questa è l’ospitalità ripagata dagli extracomunitari nei nostri confronti…». Ovviamente chiunque senta queste parole si convince che i vandali autori del gesto siano appunto extracomunitari, probabilmente islamici, arrivati coi barconi. Ma le cose non stanno esattamente così, basterebbe ascoltare le parole del video per farsi venire i primi dubbi. Si parla di ubriachi, ma un integralista islamico che attacca una chiesa proprio per il suo esser integralista difficilmente è anche ubriaco visto che la sua religione vieta l’alcol.

LA FACILE PROPAGANDA SOCIAL

Purtroppo però lo spirito critico scarseggia molto in Rete, e quella frase ha fatto drizzare le orecchie ai tanti che hanno condiviso e fatto girare la storia. Per esempio la pagina social Identità Italia su Facebook ripubblica il video con questo testo:

«DOMENICA DI INTEGRAZIONE E PREGHIERA …SI FA PER DIRE! Cesena, Lugaresi. Stamattina due migranti tanto cari a Bergoglio entrano in chiesa durante la messa e devastano tutto. Guardate!»

LEGGI ANCHE: Le 5 peggiori bufale (smentite) sui migranti

La narrazione è tutto quel che serve per polarizzare. A nessuno interessa approfondire purtroppo. Se qualcosa può servire a solleticare l’indignazione dei propri follower poco conta quale sia la storia vera dietro il video. È vero due stranieri hanno vandalizzato la cappella, è vero erano ubriachi. Ma non erano "risorse" che arrivavano dall’Africa, tutt’altro. Come spiegato ad AdnKronos dallo stesso direttore dell’Istituto dei Lugaresi:

«Sono stati due romeni ubriachi, dopo i festeggiamenti della pasqua ortodossa, a introdursi nella chiesa dell'Istituto dei Lugaresi a Cesena. Hanno rotto vetri e alcune panche, si sono tagliati. Ma gli estremisti islamici non c'entrano nulla».

E sempre lui spiega su Il Giornale:

«Il caso sta assumendo proporzioni non meritate». I due fermati sono «persone che di solito vengono in parrocchia», quindi non bisogna dare all'episodio «connotati che non ha». «Hanno rotto vetri e alcune panche, si sono tagliate».

Ma le tante condivisioni sui social con la versione errata oramai erano state viste, a poco è servito successivamente spiegare le cose. Onestamente trovo che chiunque abbia girato il video non sia in buona fede e se davvero si tratta di un agente di polizia voglio sperare che venga ripreso dai suoi superiori. La narrazione che viene fatta è errata, dare a intendere cose che non sono, se indossi una uniforme, è ancora più grave. Ma ormai parlare alla pancia invece che alla testa degli italiani è diventato la norma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *