Ciclista morto sulla Casilina a Roma dopo l’impatto con un autocarro

redazione
14/11/2023

L'uomo, 58enne di origini rumene, è deceduto sul colpo, rendendo vani i tentativi di soccorso. Dall'inizio dell'anno si contano 170 decessi sulle strade tra la Capitale e la provincia.

Ciclista morto sulla Casilina a Roma dopo l’impatto con un autocarro

Un ciclista di 58 anni di origini rumene è morto a seguito di un incidente su via Casilina a Roma che, oltre al mezzo a due ruote, ha coinvolto anche un autocarro. Lo scontro si è verificato in zona Villa De Sanctis, all’altezza dell’incrocio tra la Casilina e via dei Gordiani, intorno alle 9.00 del 14 novembre. In base a quanto fin qui reso noto sul sinistro, il ciclista sarebbe morto sul colpo, con il personale medico intervenuto che avrebbe potuto soltanto accertarne il decesso.

L’emergenza sicurezza strade a Roma

Sul posto, oltre al personale sanitario, è intervenuta anche la polizia locale del V gruppo Prenestino che ha effettuato tutti i rilievi necessari ad accertare la dinamica dell’incidente. Per alcune ore il traffico sul tratto di strada tra viale della Primavera e via dei Gordiani è stato chiuso. Spetta ora alle forze dell’ordine il compito di ricostruire cosa abbia causato l’incidente mortale. Quanto avvenuto su via Casilina, purtroppo, segue un trend molto negativo che interessa Roma e le sue strade. Secondo il Focus 2022 dell’Istat sull’incidentalità stradale, il Lazio è stata la Regione con le strade meno sicure e più pericolose d’Italia. Lo scorso anno, infatti, le vittime di incidenti stradali sono state nel territorio ben 339. Quest’anno, nella sola Roma e provincia, si contano già 170 decessi avvenuti su strade urbane ed extraurbane.