Cinema, addio a Tony Scott

Redazione
20/08/2012

Dramma nel mondo del cinema.  Il regista e produttore cinematografico Tony Scott, fratello di Ridley, si è suicidato lanciandosi da...

Cinema, addio a Tony Scott

Dramma nel mondo del cinema. 
Il regista e produttore cinematografico Tony Scott, fratello di Ridley, si è suicidato lanciandosi da un ponte a San Pedro vicino Los Angeles.
Il 68enne, autore di pellicole come Top GunAllarme RossoDeja Vu e Giorni di tuono (guarda la gallery dei suoi film) ha prima scavalcato una barriera e poi si è lanciato dal Vincent Thomas Bridge, come ha scitto lunedì 20 agosto il Los Angeles Times.
Secondo quanto riportato da Abc News «avrebbe avuto un tumore al cervello inoperabile». Lo notizia sarebbe stata appresa da una fonte vicina. 
NON ANCORA EFFETTUATA L’AUTOPSIA. Secondo una prima ricostruzione, il regista britannico è stato visto parcheggiare la sua auto sul ponte nella città californiana e si è buttato verso le 12.30. 
Il suo corpo è stato poi recuperato dalla polizia di Los Angeles (Lapd) intorno alle 15 e all’inzio non c’erano prove immediate che potessero escludere il suicidio. L’autopsia sul cadavere non è stata ancora effettuata.
Tuttavia è stata ritrovata nell’ufficio di Scott una lettera che annunciava l’intenzione del regista di suicidarsi.
I FILM CON DENZEL WASHINGTON. Tony, fratello del più acclamato Ridley, è stato comunque uno dei migliori registi di cinema d’azione dell’ultimo decennio. Ha diretto spesso una stella come Denzel Washington, in film come Deja Vu, Man on Fire, Unstoppable, Pelham 1 2 3, in una relazione artistica sempre più assidua ed efficace.
Aveva annunciato un sequel di Top Gun, al quale avrebbe dovuto inziare a lavorare a breve e da produttore aveva affiancato il fratello in Prometheus, prequel di Alien atteso a breve nelle sale italiane.
Tony Scott era uno dei registi preferiti di Quentin Tarantino.