Circeo stasera su Rai 1: trama, cast e anticipazioni sulla miniserie

Redazione
14/11/2023

Prodotta da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction, Paramount Television International Studio e Paramount+, racconta il massacro avvenuto nel 1975 a Roma e il processo che ne seguì. Il punto di vista presentato è quello delle donne: le vittime, le loro avvocate e la sopravvissuta.

Circeo stasera su Rai 1: trama, cast e anticipazioni sulla miniserie

Stasera 14 novembre 2023 andrà in onda la miniserie Circeo, su Rai 1 alle ore 21.35. È diretta da Andrea Molaioli, prodotta da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction, Paramount Television International Studio e Paramount+ e scritta da Flaminia Gressi, Lisa Nur Sultan e Viola Rispoli. Le puntate verranno trasmesse il 14, il 21 e il 28 novembre in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. La serie racconta il massacro avvenuto a Roma nel 1975 e il processo che ne seguì.

Circeo: trama e cast della miniserie in onda da stasera 14 novembre su Rai 1

Il 29 settembre 1975, nel quartiere popolare della Montagnola a Roma, due giovani ragazze, Donatella Colasanti (interpretata da Ambrosia Caldarelli) e Rosaria Lopez (Adalgisa Manfrida), si preparano per uscire con dei ragazzi provenienti da famiglie agiate di Roma. Ignorano che alcuni di loro hanno un passato criminale e non possono immaginare che l’uscita si trasformerà in un terribile incubo. Le due ragazze vengono infatti sequestrate, picchiate e violentate per diverse ore in una villa al Circeo. Alla fine, vengono rinchiuse nel bagagliaio di un’auto perché si crede siano morte. La mattina del primo ottobre, le due ragazze vengono ritrovate in un’auto abbandonata a viale Pola, a Roma, avvolte in alcune coperte. Una di loro è deceduta, mentre l’altra, Donatella, è ancora viva. La notizia dell’atroce crimine al Circeo scuote l’Italia e il processo successivo è ampiamente coperto dai media nazionali. Donne provenienti da ogni parte del Paese si presentano al Tribunale di Latina per sostenere Donatella e assicurarsi che gli aggressori vengano condannati all’ergastolo. Da questo momento, Donatella diventa un simbolo del movimento femminista, poiché la sfida è quella di cambiare la mentalità di un Paese in cui lo stupro non è considerato solo un crimine contro l’individuo, ma anche un’offesa alla morale pubblica. A difendere Donatella c’è Teresa Capogrossi (personaggio di fantasia interpretato da Greta Scarano), una giovane e ambiziosa avvocata che inizialmente lavora per il rinomato penalista Fausto Tarsitano (interpretato da Enrico Ianniello) e successivamente per Tina Lagostena Bassi (interpretata da Pia Lanciotti), attiva in prima linea per la riforma della legge sulla violenza sessuale.

Circeo stasera su Rai 1: lo sguardo femminile della storia

Andrea Molaioli, nelle note di regia, spiega che «questa storia ci racconta un’epoca, ma ci riporta continuamente al presente perché la cultura che ha alimentato quella violenza o altre simili è oggi tutt’altro che debellata e perché le conquiste sociali e civili che sono state raggiunte nel tempo vanno strenuamente difese anche con l’uso della memoria e della conoscenza della storia. Ci aiuta a ricordare di puntare sempre i riflettori verso i responsabili e non, come purtroppo ancora oggi spesso accade, verso chi la violenza la subisce».

Circeo stasera su Rai 1: le anticipazioni

La serie spazia dal delitto avvenuto il 29 settembre 1975 fino al processo di secondo grado nell’ottobre 1980, coprendo gli eventi cruciali del percorso di Donatella Colasanti. Da una giovane anonima di periferia diventa una vittima che, suo malgrado, domina le prime pagine dei giornali. Successivamente, si trasforma in un’icona del movimento femminista e, infine, in una donna consapevole che rivendica la libertà di essere se stessa, con tutti gli errori compresi. La televisione e i giornali fungono da sfondo, narrando le mode, i gusti e gli eventi dell’epoca. La serie mescola la severità e la crudezza del massacro e del processo con il desiderio di leggerezza di una ragazza che non si arrende al ruolo di vittima, ma desidera vivere appieno, ascoltare musica, ballare e innamorarsi come le sue coetanee.