Ciro Grillo, ricomincia il processo: in aula video, audio e chat del presunto stupro

Redazione
13/12/2023

Le udienze del 13 e del 14 dicembre sono le ultime del 2023, prima dei prossimi due appuntamenti già fissati per il 31 gennaio e il 1 febbraio 2024.

Ciro Grillo, ricomincia il processo: in aula video, audio e chat del presunto stupro

È ricominciato al tribunale di Tempio Pausania il processo a carico di Ciro Grillo, accusato assieme ad alcuni suoi amici (Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria) di violenza sessuale di gruppo e abusi nei confronti di due ragazze avvenuti il 17 luglio 2019. La prossima udienza è fissata per il 14 dicembre poi si riprenderà il 31 gennaio e primo febbraio 2024.

In aula anche video, audio e chat del presunto stupro

L’accusatrice principale nel processo per violenza sessuale di gruppo contro Ciro Grillo e i suoi amici, si è presentata nuovamente in aula per affrontare gli interrogatori. La ragazza ha già risposto alle domande dei suoi avvocati, Giulia Bongiorno e Dario Romano, oltre a quelle della parte civile rappresentata da Vinicio Nardo e Fiammetta Di Stefano. Le precedenti udienze sono state emotivamente intense poiché la giovane ha confessato di aver avuto istinti suicidi a seguito della violenza. In queste nuove udienze, si affronteranno argomenti più tecnici, inclusi video, audio e messaggi. La sentenza è prevista entro l’estate 2024. Beppe Grilloricoverato in ospedale – nell’aprile del 2021 parlò del noto filmato presentato in aula. Il fondatore del M5s sostenne come il video dimostrasse «passaggio per passaggio» le intenzioni della giovane accusatrice, all’epoca dei fatti 19enne. Nel suo videomessaggio, Grillo cercò di smentire le accuse di stupro, ma la situazione si rivelò un boomerang, attirando ulteriori attenzioni sulla vicenda.