Uk, il ministro Cleverly scherza sulla droga dello stupro: «Un po’ la sera a mia moglie non è illegale»

Redazione
27/12/2023

Il Mirror ha parlato delle battute dell'uomo durante un evento a Downing Street: «La sposa ideale è una donna sempre tenuta in stato di sedazione, così non può mai accorgersi che in giro ci sono uomini migliori di suo marito». Chieste le sue dimissioni.

Uk, il ministro Cleverly scherza sulla droga dello stupro: «Un po’ la sera a mia moglie non è illegale»

Nel Regno Unito tiene banco la vicenda legata a James Cleverly. Il ministro dell’Interno del governo guidato dal premier Rishi Sunak, ha scherzato sulla droga dello stupro data alla moglie, durante un ricevimento a Downing Street. Cleverly, secondo quanto rivelato dal Mirror, ha dichiarato che il segreto di un matrimonio lungo sarebbe proprio mantenere la coniuge «sempre leggermente sedata in modo che non possa mai rendersi conto che ci sono uomini migliori là fuori». Tutto poche ore dopo l’annuncio da parte del governo di voler contrastare con fermezza e con nuove norme il fenomeno dello spiking. Cioè l’aggiunta dei farmaci ai cocktail di donne e ragazze per renderle incoscienti.

Le scuse: «Solo uno scherzo ironico»

Secondo il giornale britannico, Cleverly ha dichiarato che «la sposa ideale è una donna sempre tenuta in stato di sedazione, così non può mai accorgersi che in giro ci sono uomini migliori di suo marito. Un po’ la sera nel bicchiere di Susie, mia moglie, non è illegale». Immediate le polemiche e il dietrofront. Un portavoce di Cleverly ha parlato di «uno scherzo ironico». E ancora: «In una conversazione privata, il ministro ha fatto una battuta scherzosa, per la quale ora si scusa». Secondo quanto rivelato dal Consiglio nazionale dei capi di polizia, nel Regno Unito in 12 mesi fino al maggio 2023 sono stati registrati quasi 7 mila casi.

Uk, il ministro Cleverly scherza sulla droga dello stupro «Un po' la sera a mia moglie non è illegale»
James Cleverly, ministro dell’Interno, all’arrivo a Downing Street (Getty Images).

Yvette Cooper: «Incredibile fare battute così spaventose»

Troppo tardi, perché Yvette Cooper, ministro dell’Interno ombra tra i Labour, è passata all’attacco: «Lo spiking è un crimine grave e inquietante che sta avendo un impatto devastante sulla vita delle giovani donne. È davvero incredibile che il ministro dell’Interno abbia fatto battute così spaventose proprio lo stesso giorno in cui il governo ha annunciato una nuova stretta contro lo spiking. Ciò suggerisce che, pur essendo il ministro del Gabinetto responsabile in ultima analisi della lotta alla violenza contro le donne e le ragazze, non capisce quanto sia grave questa situazione».

Uk, il ministro Cleverly scherza sulla droga dello stupro «Un po' la sera a mia moglie non è illegale»
Yvette Cooper (Getty Images).

Chieste le dimissioni del ministro Cleverly

Critiche al ministro sono arrivate anche dalla ong Women’s Aid, che aiuta le donne vittime di abusi: «Contiamo sui leader politici perché agiscano per porre fine alla violenza contro le donne e le ragazze e alla misoginia che ne è alla base. È fondamentale che le sopravvissute allo spiking vedano i ministri trattare seriamente l’argomento e non minimizzare la realtà che tante donne devono affrontare». E un’altra organizzazione, la Fawcett Society, ha chiesto le dimissioni di Cleverly: «Come possiamo fidarci di lui per affrontare seriamente la violenza contro donne e ragazze?».