Clinton: «In Egitto transizione subito»

Redazione
02/02/2011

L’amministrazione americana preme sul governo egiziano perchè avvii subito la transizione democratica nel paese. Dopo il colloquio tra Barack Obama...

Clinton: «In Egitto transizione subito»

L’amministrazione americana preme sul governo egiziano perchè avvii subito la transizione democratica nel paese. Dopo il colloquio tra Barack Obama e Hosni Mubarak, nel quale il presidente americano ha chiesto al suo omologo egiziano di dare vita a una transizione «pacifica e immediata», nella serata del 2 febbraio, il segretario di Stato, Hillary Clinton ha telefonato al vicepresidente egiziano Omar Sulemain, confermandogli che, secondo gli Usa, «la transizione deve iniziare subito». Nel paese, intanto, funestato da giorni di manifestazioni e scontri continuano le proteste di piazza e la situazione non accenna a tornare alla normalità. Il nuovo ministro della Sanità, Ahmed Sameh Farid, ha annunciato alla tv di Stato che, nella sola giornata del 2 febbraio, il bilancio dei sanguinosi scontri avvenuti al Cairo è di 3 morti.