Come addestrare un gatto

Redazione
17/02/2015

I consigli e le regole per educare un gattoPer educare il proprio gatto e fargli comprendere quali sono i comportamenti idonei da seguire per vivere in armonia con i padroni, occorre seguire alcuni consigli. Fondamentale per istruire i gatti è riuscire a comunicare con loro utilizzando ...

Come addestrare un gatto

I consigli e le regole per educare un gatto

Per educare il proprio gatto e fargli comprendere quali sono i comportamenti idonei da seguire per vivere in armonia con i padroni, occorre seguire alcuni consigli. Fondamentale per istruire i gatti è riuscire a comunicare con loro utilizzando il tono adatto, così da instaurare un rapporto di fiducia con loro. Inoltre considerando che ogni gatto ha il proprio carattere, i tempi per educarlo variano da gatto a gatto, ma di certo è più semplice formare un gatto da piccolo che un gatto adulto.

Per prima cosa occorre subito fargli comprendere che i bisogni devono essere fatti nella lettiera: a questo scopo è utile premiare il micio con carezze e parole quando segue le istruzioni del padrone, in modo da aiutarlo a capire che sta facendo la cosa giusta e da incentivarlo a ripetere il comportamento.

In caso di gesti sbagliati o pericolosi, è sconsigliato sgridarlo alzando troppo il tono della voce, perché il gatto è molto sensibile e tende a spaventarsi facilmente; meglio sarebbe fargli capire il gesto sbagliato con un ‘no’ deciso e fermo.

E’ opportuno far dormire il gatto in un posto confortevole a lui dedicato, evitando di tenerlo nel proprio letto, anche perché potrebbe essere fonte di allergie e malattie. Allo stesso modo, il gatto non va abituato a salire su mobili, divani e tavole imbandite.

Per evitare che giochi con le piante o che si arrampichi sulle tende, è suggerito creare per lui uno spazio giochi dove potrà divertirsi e sfogarsi senza far danni e senza farsi male.

Infine, risulta fondamentale dargli da mangiare ad orari regolari, alternando lunghi digiuni con pasti abbondanti.