Come convertire patente russa in Italia

Redazione
13/02/2015

In Italia, al giorno d'oggi, è possibile convertire molte patenti ottenute dai cittadini stranieri residenti in diversi Paesi comunitari o extra comunitari.

La Bandiera della Russia

In Italia, al giorno d’oggi, è possibile convertire molte patenti ottenute dai cittadini stranieri residenti in diversi Paesi comunitari o extra comunitari.

Nell’elenco dei Paesi presente sul sito del Ministero dei Trasporti con cui la nostra patria ha stretto gli accordi che regolano la conversione, la Russia non c’è: questo significa che, se i cittadini russi di ambo i sessi vogliono guidare sul territorio italiano, non possono avvalersi della conversione della patente posseduta ma devono rifare gli esami per la patente.

Per potersi iscrivere e sostenere l’esame, bisogna prima spostare la residenza in Italia, altrimenti ciò non è possibile.

Il discorso della residenza vale anche per coloro che volessero immatricolare un veicolo extra comunitario sul suolo italiano: se posseggono residenza, permesso di soggiorno o  documento che ne attesti il rinnovo, l’immatricolazione è possibile, altrimenti è illegale.

Ricordo infine che conseguire la patente in uno stato con una lingua totalmente diversa dalla propria è piuttosto difficile, perciò mi sento di consigliare ai cittadini russi in regola che volessero sostenere l’esame di accertarsi che la propria comprensione della nostra lingua sia abbastanza buona.