redazione

Condé Nast, la strategia punta al marketing

25 Maggio 2013 09.17
Like me!

Edizioni Condé Nast ha dovuto far fronte, nelle ultime settimane, a un senso di agitazione crescente all’interno dell’area editoriale. Tra licenziamenti congelati e scioperi, il clima all’interno della base italiana del gruppo editoriale statunitense non è stato idilliaco. Ma almeno ha portato all’apertura di un tavolo per la trattativa sulle strategie dell’azienda tra le parti coinvolte e la Fnsi.
Situazione, del resto, non rara di questi tempi e comune a gruppi concorrenti.
Ma intanto dalle parti di Piazza Cadorna si parla anche di innovazione e la si pianifica pure. Del resto, i vertici dell’azienda avevano prospettato una svolta in questo senso in un incontro pre-natalizio: conquistare nuove nicchie attraverso strategie innovative che puntano sui contenuti; abbandonare le posizioni conquistate, e trovare nuovi strumenti per stimolare l’attenzione del pubblico.
RALLENTANO I CONTI 2012. Il presidente Giampaolo Grandi aveva oltremodo ribadito che «la carta è il centro del business editoriale, il segmento capace di generare il 60% dei contatti complessivi maturati da tutti i mezzi dell’editore», annunciando per il 2013 la ripresa anche degli investimenti sull’innovazione (con un fatturato atteso per il 2013 di circa 15 milioni di euro). Certo le vette da scalare si sono fatte impervie sul fronte dei fatturati, come testimoniato da una chiusura del 2012 introno al -6% e un primo semestre 2013 che, come sottolineato da Fedele Usai, senior vice president advertising & branded solutions, appare in linea e pur sempre in una posizione privilegiata rispetto a un mercato che aveva chiuso al -18%.
DECLINAZIONE DEL BRAND IN TIVU’. Proprio Usai aveva previsto la declinazione del brand su piattaforme tv e così pare stia avvenendo: dopo “School Of Glam”, format nato in partnership tra Glamour e FoxLife, a metà ottobre partirà con MySelf “Pausa Pranzo” sempre su FoxLife; un mese prima sarà la volta di “Vogue Master”, spazio ospitato da Sky Arte; sempre durante la seconda parte dell’anno prenderà il via “AstroLove”, programma  che vede la collaborazione di Vanity Fair e Discovery; avvolte ancora dal mistero sono invece le partnership con Google e un altro operatore tv non specificato.
STYLE.IT “NON CHIUDE” MA FIRMA ALCUNI CANALI DI VANITY. Fedele Usai ha voluto fare luce anche sui continui rumours riguardanti una chiusura di Style.it: «Non avverrà, questo perché stiamo creando un super sito Vanity Fair sul quale convoglieremo i canali Life Style e Beauty che saranno sempre firmati by Style.
Il sito Style.it non sparirà, manterrà anzi il dominio e si gioverà da settembre di un redirect che sposterà l’utenza su Vanity Fair. L’obiettivo è quello di rafforzare la community di Style, che conta su 1.700.000 utenti unici, facendo leva sul brand Vanity, maggiormente impattante (2 milioni di utenti unici al mese, 30 milioni di page view).

Il sito parte con un bacino di 3,5 milioni di utenti.

A quel punto il sito potrà contare su un traffico iniziale di 3.500.000 utenti, cifra che contiamo di aumentare con il passare dei mesi. All’interno del nuovo sito ci sarà spazio anche per una web radio, il cui palinsesto sarà composto per metà da programmi riguardanti le nostre pubblicazione e per l’altra da un flusso musicale. Il tutto partirà nel mese di giugno».
SVOLTA COMMERCIALE: CONDE’ NAST NEXT. Si chiama invece “Condé Nast Next” la nuova iniziativa del gruppo che forse fa capire come il focus si stia sempre più spostando verso l’ambito commerciale-marketing e meno su quello editoriale. Un progetto che intende selezionare dieci neolaureati con i quali costruire la Condé Nast del futuro. I giovani talenti potranno formarsi nelle aree marketing e advertising della casa editrice attraverso un percorso della durata di 100 giorni. I migliori cinque saranno assunti in azienda.
«Vogliamo che i giovani portino le loro idee, la loro creatività e il loro talento. A loro chiediamo un contributo importante, quello di aiutarci nel percorso di innovazione», precisa Fedele Usai, responsabile della struttura che accoglierà i dieci giovani. Per accedere al progetto – dal 24 al 31 maggio – i ragazzi dovranno inviare il loro curriculum e una presentazione video che spieghi la motivazione della loro partecipazione all’indirizzo email 100giornicondenastnext@condenast.it.
Il percorso di formazione avrà inizio il 9 settembre e prevede 18 giorni in aula e successivi 82 giorni di inserimento in diverse funzioni mktg e adv.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *