Meloni e l’ossessione dei fantomatici sabotatori che tramano contro di lei

Giulio Cavalli
06/01/2024

La premier continua a prendersela con fantasmi e manine che minerebbero la sua posizione e quindi la tenuta democratica del Paese. Ma perché non lo riferisce ai Servizi o in parlamento? E soprattutto, chi sono questi nemici? Forse la Santanchè e i suoi guai, oppure Sgarbi, Delmastro-Pozzolo, i migranti che aumentano, addirittura Mattarella? Ci illumini.

Meloni e l’ossessione dei fantomatici sabotatori che tramano contro di lei

Ma chi trama contro Giorgia Meloni? La presidente del Consiglio anche in occasione della sua conferenza stampa di fine anno slittata nell’anno dopo persevera nell’indicare fantomatici sabotatori che avrebbero nel mirino non solo lei come rappresentante politica, ma addirittura l’Italia, quindi la democrazia.

Meloni ci dica chi sono mandanti ed esecutori

Non è una frase da scavalcare leggera se la capa di un governo dice – per di più di fronte ai giornalisti – che qualcuno stia macchinando una congiura. Ci sarebbe da chiederle, per esempio, se ha informato i Servizi dello Stato che si occupano di questo, se ha dato mandato alle forze dell’ordine di indagare su mandanti ed esecutori. In un Paese ideale le si potrebbe chiedere perfino di prendersi l’incomodo di passeggiare fino al parlamento per parlarne con quei poveri cristi che votano rinvii e mancette e poi devono scoprire in televisione che la presidente del Consiglio è in pericolo insieme alla tenuta democratica del Paese.

Meloni e l'ossessione dei fantomatici sabotatori che tramano contro di lei
Giorgia Meloni in conferenza stampa (Imagoeconomica).

Tramano forse gli ex dipendenti della Santanchè?

Le si potrebbe chiedere: «Cara Meloni, chi trama?». Tramano forse gli ex dipendenti della ministra al Turismo Daniela Santanchè che nel 2023 hanno svelato di avere lavorato senza ricevere stipendio e di avere lavorato irregolarmente mentre l’azienda della ministra riceveva soldi per la cassa integrazione? Difficile crederlo. Tramano dunque i giornalisti che ne hanno scritto ritenendo che la moralità di una esponente del governo fosse notizia di interesse pubblico? Impossibile. Trama la procura che indaga? No da, da non credere.

La ministra del Turismo Daniela Santanchè è indagata a Milano dal 5 ottobre per il caso Visibilia
Daniela Santanchè (Imagoeconomica).

Trama Sgarbi? Oppure i compagni di partito Delmastro-Pozzolo-Donzelli?

Quindi chi trama? Trama il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi che possiede un quadro apparentemente rubato dal Castello di Buriasco? Tramano i giornalisti che hanno approfondito la vicenda e la stanno raccontando? Sicuramente no. Che la pistola da borsetta del deputato meloniano Pozzolo abbia potuto sparare a un malcapitato che si trovava nel posto sbagliato e nel momento sbagliato per festeggiare il compleanno per danneggiare la presidente Meloni è davvero improbabile. Difficile immaginare anche che il fedele meloniano Andrea Delmastro abbia rivelato segreti non rilevabili al suo compagno di partito Giovanni Donzelli per danneggiare quella che è anche la presidente di Fratelli d’Italia. Non so se ricordate l’episodio, ma la sensazione era chiaramente di un tentativo di danneggiare l’opposizione, mica il governo.

Sgarbi è la foglia di fico sull'ipocrisia di politica e tivù
Vittorio Sgarbi (Imagoeconomica).

È un complotto dei migranti per mettere in crisi la sua maggioranza?

Quindi chi trama? Tramano i 2.571 morti nel Mediterraneo nel 2023 (quasi 1.000 in più del 2022) che hanno deciso nella stragrande maggioranza di andare nel Canale di Sicilia prima di decidere di annegare per mettere a rischio la tenuta del governo italiano? Sembra un’ipotesi piuttosto spericolata. O forse tramano i 155.754 (tra cui 17.283 i minori stranieri non accompagnati) che sono sbarcati sulle coste italiane aumentando del 50 per cento rispetto all’anno precedente solo per mettere in crisi la credibilità del centrodestra? No, dai. Forse hanno tramato i giornalisti che si permettono di scrivere che quelli si spostano alla faccia del blocco navale promesso? O forse tramano i giornalisti che riportano sui giornali i numeri pubblici e accessibili nel “cruscotto” statistico del Viminale?

Forse trama Mattarella, aprendo un grave problema di guerra tra poteri?

Abbiamo capito. Forse trama il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ogni volta che si permette un rilievo sulle scelte del governo, come quella di decidere di non mantenere le promesse all’Europa preferendo un’infrazione a Bruxelles a una frizione nella sua maggioranza. Questo sarebbe un tema serio, serissimo, se fosse così: significherebbe che è in corso una guerra tra poteri. Roba da discuterne subito domani mattina in parlamento. Sarebbe una stortura da risolvere con una riforma costituzionale, lo scontro tra capo dello Stato e capa dell’esecutivo. Ma no, non si tratta nemmeno di questo, del resto è la stessa Giorgia Meloni a dirci che la sua riforma costituzionale non intaccherebbe gli equilibri. Quindi no, nemmeno questo. Quindi presidente del Consiglio Meloni la domanda di questo inizio dell’anno è una, una sola: chi trama?

In un messaggio inviato alla ministra Elvira Calderone, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha parlato delle morti sul lavoro e della sicurezza.
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (Ansa).