Conigliette perfette

Redazione
13/12/2010

«Per il calendario cinese il 2011 sarà l’anno del coniglio. Anche per il nostro», ha ironizzato il direttore dell’edizione tedesca...

«Per il calendario cinese il 2011 sarà l’anno del coniglio. Anche per il nostro», ha ironizzato il direttore dell’edizione tedesca di Playboy, motivando così la scelta dell’ultima copertina del suo mensile. 13 conigliette nude in vetrina, tra le quali le tedesche, con «il loro buon gusto», sono state chiamate a decretare la più bella del 2010.
Il numero di gennaio 2011, già in vendita con il calendario delle playmate a 5 euro, per l’occasione ha rispolverato anche una vecchia conoscenza di Playboy, la prima rivista maschile esplicitamente dedicata alla fotografia erotica: un’intervista hot all’attrice e modella inglese Kelly Brook, che per il mensile fondato da Hugh Hefner nel 1953, aveva già posato nuda per la copertina del mese di settembre 2010.

Kelly, la “donna perfetta”

Leggenda vuole che la seducente Kelly, ombrello e bombetta alla mano, sia stata fortemente voluta nella scuderia proprio dall’ottuagenario Hefner, classe 1926, che ai tempi d’oro ha convissuto con tre conigliette nell’harem della sua reggia a Beverly Hills e fino al gennaio scorso era ufficialmente fidanzato con due gemelle 21enni. Il cachet per il nudo integrale della Brook? La bellezza di 400 mila euro. Ma la spesa era di quelle che meritava di essere fatta.
Alla fine dell’anno l’edizione tedesca ha premiato Kelly come “la donna perfetta del mese di gennaio 2011” grazie alla sua bellezza, audacia, umiltà. E sincerità, si potrebbe aggiungere, visto che in un’intervista concessa al giro di boa dei 30 anni aveva confidato di «essere consapevole di non averne più 20». Ma di non volersi mai e poi mai rifare il seno, «anche se le mie tette pendono già un po’».
Rassicurata dal ruolo avuto in “Piranha 3d”, una Brook in versione decisamente più aggressive ha raccontato al mensile di aver provato per settimane la scena lesbo del film: era la sua prima volta con una donna, per di più, sott’acqua, dove ancora non aveva mai osato calarsi nell’intimità. «La mia partner pornostar mi ha aiutato molto, con la sua esperienza», ha dichiarato la modella, commentando di essere pronta, adesso, a «fare sesso ovunque, tranne che nel letto».

Irene, prima playmate del 2011

Per l’olandese Irene Hoek, astro nascente che il Playboy tedesco ha designato come coniglietta di gennaio 2011, il luogo migliore resta invece l’ascensore, celebrato nelle scene calde di svariate pellicole. Anche se, evviva l’onestà, la 20enne dai lineamenti esotici, ha ammesso di non essere ancora mai riuscita a fare sesso tra un piano e l’altro: «Forse», ha commentato Irene ridendoci su, «va meglio a chi abita qualche piano più su di me».
Tra le candidate a disposizione, anche Lettera43.it si è improvvisata “donna” votante della playmate tedesca 2010: il voto è andato alla 26enne Bernadette Kaspar, coniglietta playmate dello scorso mese di settembre (guarda la gallery qui sotto).