Conte dice alla Bbc che il rischio del fallimento dell’Europa è reale

Redazione
09/04/2020

Un nuovo messaggio dopo l'intervista ambigua alla Bild. Con l'emittente britannica il premier risponde all'ipotesi di uno scambio tra gli aiuti russi e l'allentamento delle sanzioni verso Mosca: «È un'offesa al governo italiano…e anche a Vladimir Putin».

Conte dice alla Bbc che il rischio del fallimento dell’Europa è reale

Dopo l’intervista alla Bild, quella alla Bbc. Il premier Giuseppe Conte è impegnato in un tour de force mediatico nei giorni delle trattative per trovare una soluzione europea alla ricostruzione post pandemia. Dell’intervista al quotidiano tedesco tuttavia sono circolate molto ambiguamente due versioni, una in cui il presidente del consiglio invita l’Europa a rimanere unita e una in cui minaccia che l’Italia possa andare da sola, senza specificare bene costa intenda. Ora con la televisione britannica Conte ha lanciato un altro messaggio forte. «Se non agguantiamo la possibilità di mettere nuova linfa nel progetto europeo il rischio di un fallimento è reale», ha spiegato Conte nell’intervista che la Bbc ha pubblicato sul suo sito, in cui ha ricordato anche come la crisi coronavirus, per l’Europa, sia «la più grande dalla seconda guerra mondiale».

UN’OFFESA AL GOVERNO ITALIANO E A PUTIN

Nell’intervista è stato chiesto al premier se ci fosse la possibilità che la Russia abbia legato i suoi aiuti all‘Italia sul coronavirus alla condizione che Roma allenti le sanzioni europee nei confronti di Mosca. E Conte ha risposto considerando un’offesa anche solo l’ipotesi: «La sola insinuazione mi offende profondamente. «È un’offesa al governo italiano…e anche a Vladimir Putin, che mai si è sognato di usare gli aiuti come leva» sulle sanzioni.