Coppa Davis, al via le Finals a Malaga: format e partite dell’Italia

Fabrizio Grasso
21/11/2023

Il 21 novembre partono i quarti di finale della 111esima edizione. Gli Azzurri, fra cui anche Sinner, saranno in campo giovedì 23 contro l’Olanda. Favoriti il Canada campione in carica e la Serbia di Djokovic.

Coppa Davis, al via le Finals a Malaga: format e partite dell’Italia

Tutto pronto per l’ultimo torneo della stagione tennistica. Dal 21 al 26 novembre, Malaga ospiterà le Finals di Coppa Davis, la massima competizione a squadre nel mondo della racchetta che nel 2023 ha raggiunto la 111esima edizione. Dopo la fase a gironi, che si è disputata a settembre fra Bologna, Manchester, Valencia e Spalato, otto nazionali sono pronte a darsi battaglia in Andalusia per sollevare l’insalatiera, il trofeo in palio, così chiamata per i motivi floreali e la forma che la caratterizzano. In campo anche l’Italia, che spera di vincere per la prima volta dal 1976. Per parlo, potrà contare sul grande talento di Jannik Sinner, reduce dalla finale di Torino persa contro Novak Djokovic. In Spagna ci sarà anche il serbo numero 1 al mondo, che potrà incrociare il cammino degli Azzurri già in semifinale.

Dal 21 al 26 novembre Malaga ospita le Finals di Coppa Davis. In campo l'Italia contro l'Olanda. Occhio alla Serbia di Djokovic.
Novak Djokovic e Jannik Sinner dopo la finale a Torino (Getty Images).

LEGGI ANCHE: L’ex maestro Piatti su Sinner: «Bravo a non ascoltare le critiche»

Coppa Davis, il format e le squadre in campo nel torneo

Alle Finals di Coppa Davis partecipano otto squadre che si incroceranno in match a eliminazione diretta che partiranno dai quarti di finale. La formula prevede per ogni incontro due partite in singolare e una in doppio al meglio dei tre set. Ogni nazionale partecipa con massimo cinque giocatori, senza dover specificare quali affronteranno i match di doppio e quali saranno i singolaristi. Con un punto per ogni vittoria, passa il turno la compagine che ha la meglio in due delle tre partite disputate. Quanto all’edizione 2023, si parte martedì 21 novembre con i campioni in carica del Canada contro la Finlandia alle ore 16. Mercoledì toccherà invece alla Repubblica Ceca contro l’Australia, sempre alle quattro del pomeriggio, mentre giovedì 23 spazio agli Azzurri contro l’Olanda, nell’unico incontro che partirà alle 10 del mattino. Il giorno seguente, per chiudere i quarti di finale spazio a SerbiaGran Bretagna. Dalla vincente dei match uscirà l’avversaria dell’Italia.

Gli Azzurri, oltre a Jannik Sinner, schiereranno Lorenzo Musetti, Lorenzo Sonego, Matteo Arnaldi e Simone Bolelli, con gli ultimi due sempre impegnati in doppio. L’Olanda, prima avversaria del tabellone, presenterà in campo Tallon Griekspoor, numero 23 del ranking, e Botic van de Zandschulp, 51esimo al mondo. Spazio anche a Gijs Brower (164 del ranking) e ai doppisti Wesley Koolhof (numero 8) e Jean Julien Rojer (18). Per il Canada, tornerà Felix Auger-Aliassime, classe 2000 al 29esimo posto del ranking mondiale, vincitore della Coppa Davis nel 2022. In Top 30 anche il britannico Cameron Norrie (numero 18), l’australiano Alex De Minaur (12) e naturalmente il serbo Novak Djokovic, primatista mondiale e vincitore di tre slam nel 2023. La sua unica e ultima Davis risale però al 2010, quando vinse contro la Francia.

L’albo d’oro e i record di Nicola Pietrangeli

Quanto all’albo d’oro, nonostante gli inarrivabili Stati Uniti con 32 successi, dal 2014 nessuno ha mai vinto il torneo per due volte. Dopo il bis della Repubblica Ceca fra 2012 e 2013, hanno infatti trionfato la Svizzera di Roger Federer nel 2014 e il Regno Unito di Andy Murray l’anno seguente. La Coppa Davis è finita successivamente in mano ad Argentina, Francia, Croazia, Spagna, Russia e Canada. Nel 2020 l’edizione è saltata per la pandemia. La 111esima edizione sarà anche la quarta consecutiva che si gioca in Spagna dopo quella a Malaga del 2022 e le due precedenti nella Caja Magica di Madrid. Quanto ai record individuali, il primatista assoluto di vittorie è Nicola Pietrangeli con 120 successi in singolare e doppio su 164 incontri disputati (altro record). La striscia vincente più lunga appartiene invece all’ex numero 1 al mondo Bjorn Borg con 33 trionfi di fila fra 1973 e 1980.