Corea del Nord, Kim: «Occuperemo il Sud in caso di emergenza»

Redazione
09/02/2024

«La pace non è qualcosa che dovrebbe essere ottenuta in cambio di colloqui», ha detto il leader nordcoreano aggiungendo che Pyongyang non deve più affrontare la «prova irrealistica» di impegnarsi in cooperazione con Seul.

Corea del Nord, Kim: «Occuperemo il Sud in caso di emergenza»

Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha nuovamente definito la Corea del Sud il «nemico principale» di Pyongyang e ha promesso di proteggere il suo Paese attraverso la forza piuttosto che attraverso i negoziati. Lo rendono noto i media statali nordcoreani, citati dall’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap.

La Corea del Nord ha votato per abolire tutti gli accordi di cooperazione economica con il Sud

Il parlamento della Corea del Nord ha votato per abolire tutti gli accordi di cooperazione economica con la Corea del Sud mentre i legami tra i due vicini si stanno deteriorando drasticamente. L’ultima decisione arriva dopo che Pyongyang, il mese scorso, ha definito Seoul il suo principale nemico e ha licenziato le agenzie dedite alla riunificazione. «Definire i burattini sudcoreani come il nemico primario più dannoso e come indiscutibile principale nemico, e decidere come politica nazionale di occupare il loro territorio in caso di emergenza, è una misura ragionevole per la sicurezza eterna del nostro Paese e per la pace e la stabilità del futuro», ha detto Kim all’agenzia di stampa nordcoreana Kcna. «La pace non è qualcosa che dovrebbe essere implorata o ottenuta in cambio di colloqui», ha detto Kim aggiungendo che Pyongyang non deve più affrontare la «prova irrealistica» di impegnarsi in cooperazione con il Sud. Pyongyang, inoltre, sta intensificando i suoi programmi di sviluppo di armi mentre Seoul rafforza la sua cooperazione militare con Stati Uniti e Giappone.

LEGGI ANCHE: La Corea del Nord avrebbe rubato criptovalute per tre miliardi di dollari per finanziare il suo programma nucleare