Corigliano Rossano, operai sul tetto della scuola per la mancata riassunzione

Redazione
16/10/2023

La ditta che si è aggiudicata l'appalto ha assunto 20 operai nuovi. La protesta continuerà, hanno sottolineato i manifestanti, fino a quando non si otterrà la certezza di tornare a lavorare.

Corigliano Rossano, operai sul tetto della scuola per la mancata riassunzione

Sono saliti sul tetto della scuola media Levi – Roncalli di Corigliano Rossano, in provincia di Cosenza, due operai addetti al Verde pubblico che rilanciano così la loro protesta lamentando la mancata riassunzione da parte della società che si è aggiudicata la gara d’appalto del settore. Alle prime luci dell’alba di lunedì 16 ottobre 2023, i due sono saliti sul tetto dell’edificio scolastico mentre i colleghi hanno manifestato nel cortile dell’istituto.

La ditta che si è aggiudicata l’appalto ha assunto nuovo personale

In tutto sono 12 gli ex addetti al Verde pubblico del Comune di Corigliano Rossano ai quali già negli scorsi anni sarebbe stata garantita l’assunzione da parte della ditta aggiudicataria. «La gara d’appalto c’è stata e la ditta che se l’è aggiudicata non ha assolutamente assunto noi operai, che lavoravamo nel Verde pubblico da oltre 10 anni, bensì altre 20 persone nuove. Siamo stanchi delle false promesse perché abbiamo le famiglie da mantenere. Noi chiediamo di continuare a svolgere l’attività che già avevamo», ha detto un operaio. La protesta continuerà, hanno sottolineato i manifestanti, fino a quando non si otterrà la certezza di tornare a lavorare.