Se Rai News di Di Bella frega la task force anti fake news di Di Bella

Redazione
06/04/2020

La bufala sul premier britannico Johnson in terapia intensiva è stata rilanciata dal sito del canale televisivo diretto dallo stesso giornalista scelto dall'ad Salini come capo della struttura impegnata a sminare le notizie non vere sul coronavirus.

Se Rai News di Di Bella frega la task force anti fake news di Di Bella

Alla faccia dell’impegno contro le fake news. Dopo nemmeno una settimana dall’istituzione di una struttura giornalistica anti-bufale in Rai, il sito di Rai News è caduto in una notizia non vera sulla salute del premier britannico Boris Johnson, colpito da coronavirus. Piccolo particolare: il direttore di Rai News è Antonio Di Bella, che è anche a capo proprio della task force impegnata a sminare le falsità che girano intorno all’epidemia Covid-19.

RESPIRAZIONE ASSISTITA PER JOHNSON? FALSO

Eppure il 6 aprile è stato pubblicato sul sito e sui social un articolo che riportava le voci provenienti dai media russi secondo le quali Johnson sarebbe stato sottoposto a un ventilatore per la respirazione assistita dopo il ricovero in ospedale causato dal perdurare dei sintomi. Ma un portavoce di Downing street ha parlato subito – non riferendosi direttamente alla Rai – di «disinformazione», ricordando come gli specialisti del governo britannico abbiano già denunciato la diffusione di una «narrativa false e ingannevole» fin dall’inizio della pandemia.

PRESSIONE DI LONDRA SUI GIGANTI DEI SOCIAL MEDIA

«È vitale stroncare rapidamente ogni disinformazione», ha proseguito il portavoce precisando che il governo di Londra sta «facendo pressione» sui giganti dei social media affinché «fermino l’ulteriore diffusione di voci non verificate». Era anche un obiettivo dell’amministratore della Rai Fabrizio Salini, ma il servizio pubblico è riuscito comunque a incappare in un autogol.

LINK DELLA NOTIZIA RIMOSSO CON RITARDO

Lo stesso Johnson ha twittato spiegando di stare bene: «Sono andato in ospedale su consiglio del mio medico per alcuni esami di routine perché sto ancora sperimentando sintomi da coronavirus. Sono di buon umore e in contatto con il mio team, lavoriamo insieme per combattere questo virus e tenere tutti al sicuro». Sempre su Twitter però Rai News aveva rilanciato la bufala con un titolo eloquente: “Premier Johnson in terapia intensiva”. Cancellando il link che rimandava alla notizia solo dopo diverso tempo. Non il massimo degli esordi per la struttura anti fake news di Di Bella, bruciata dal sito di… Di Bella.

LA SPIEGAZIONE DI RAINEWS

Pubblichiamo in calce la spiegazione data da Rainews all’accaduto:

Nel corso della notte alcune agenzie italiane e internazionali (Agi e Novosti) hanno dato notizia che per il premier Boris Johnson, ricoverato in ospedale, si sarebbe reso necessario il ricorso al ventilatore polmonare. Anche Televideo e Rainews hanno dato nel corso della notte conto dei lanci delle agenzie. Così come hanno dato conto successivamente della smentita del governo britannico. La raccolta di tutte le notizie “ultim’ora” di televideo , sempre consultabile sul portale Rainews, conteneva sia la prima notizia sia la successiva smentita potendo dare l’impressione ,lette separatamente ,di una mancata correzione da parte nostra. È una procedura che può dare adito a equivoci e che per questo abbiamo già provveduto a modificare scusandoci con gli utenti per le possibili incomprensioni.