I dati sui contagi da coronavirus in Italia del 6 aprile

Redazione
06/04/2020

I casi totali sono 132.547, di cui 93.187 sono gli attivi (+1.941), 16.523 le vittime (+636) e 22.837 i guariti (1.022). Per il terzo giorno consecutivo calano i ricoverati nelle terapie intensive: sono 3.898, 79 in meno rispetto a ieri.

I dati sui contagi da coronavirus in Italia del 6 aprile

Il bollettino della Protezione civile mostra un lieve miglioramento. I dati ci dicono che il coronavirus in Italia non è ancora stato sconfitto ma i numeri fanno ben sperare. Sono complessivamente 93.187 i malati di coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.941, mentre domenica l’incremento era stato di 2.972. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 132.547. Sono 16.523 le vittime, con un aumento rispetto a ieri di 636. Sono 22.837 le persone guarite, 1.022 in più di ieri.

LEGGI ANCHE: Imprese e scuola al centro del Consiglio dei ministri del 6 aprile

TERAPIA INTENSIVA: TERZO GIORNO DI CALO

Per il terzo giorno consecutivo calano i ricoverati nelle terapie intensive: sono 3.898 i pazienti nei reparti, 79 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.343 sono in Lombardia. Dei 93.187 malati complessivi, 28.976 sono poi ricoverati con sintomi – 27 in più rispetto a ieri – e 60.313 sono quelli in isolamento domiciliare.

LEGGI ANCHE: Le buone notizie contro l’ansia da coronavirus del 6 aprile

LOMBARDIA: DIMINUISCE ANCORA IL NUMERO DELLE PERSONE RICOVERATE

Diminuisce il numero di persone ricoverate per coronavirus in Lombardia dove sono 51.534 i positivi, con un aumento di 1.089 rispetto a ieri. Sono 11.914 i ricoverati non in terapia intensiva (-95 rispetto a ieri) a cui si aggiungono i 1.343 in terapia intensiva (+26). È di 9.020 il numero delle persone decedute per Covid in regione, di cui 297 ieri. Lo ha spiegato l’assessore al Welfare Giulio Gallera in diretta Facebook.

LEGGI ANCHE: Il coronavirus ha imbavagliato le proteste

BORRELLI: ISTITUITO FONDO PER FAMILIARI DEI SANITARI MORTI

«Ho firmato ieri sera un’ordinanza di Protezione civile che istituisce un Fondo per provvidenze destinate ai familiari dei sanitari deceduti, alimentato dalla famiglia Della Valle», ha detto il commissario Angelo Borrelli, durante la conferenza stampa quotidiana alla Protezione civile, «ringrazio Diego Della Valle che ha promosso la raccolta per chi è rimasto orfano o ha perso un familiare a causa dell’emergenza».