Per la prima volta in 20 anni nessuna scommessa sul calcio

Redazione
06/04/2020

Il palinsesto delle principali agenzie italiane non presenta alcuna competizione calcistica nazionale o internazionale. Il settore registra perdite intorno all'80%.

Per la prima volta in 20 anni nessuna scommessa sul calcio

Black hole, il “buco nero”. Così è stato definito il lunedì nero delle scommesse. Oggi, per la prima volta negli ultimi vent’anni – da quando cioè è stato consentito fare puntate anche su campionati ed eventi esteri – il palinsesto delle principali agenzie italiane non presenta alcuna competizione calcistica. Neanche una. Zero. Le uniche competizioni ancora salve – in Bielorussia, Nicaragua, Burundi e Tajikistan – sono ferme e riprenderanno solo nei prossimi giorni. Mai, neanche a Natale, Pasqua o Ferragosto, è successo che non ci fossero partite di calcio sulle quali scommettere, anche delle serie più remote o dei campionati meno conosciuti.

DOPO IL LOTTO, LE SCOMMESSE

Un evento storico, come quello accaduto due settimane fa con lo stop a slot machine, bingo e lotterie, compreso il Lotto che non si era mai fermato neanche durante la guerra. Il coronavirus, che ha bloccato ormai da tempo lo sport in ogni angolo del mondo e costretto gli organizzatori di Tokyo 2020 a posticipare di un anno le Olimpiadi, resterà dunque anche nella storia delle scommesse. Fino ad oggi, nonostante fossero chiusi tutti i principali campionati di calcio al mondo, come riporta l’agenzia Agimeg, le scommesse sportive riuscivano comunque a proporre eventi. Era aperta qualche scommessa anche sulle amichevoli di squadre dilettantistiche svedesi (la Svezia è l’ultimo paese, in ordine di tempo, che sta adottando misure per il contenimento del contagio). Oggi, però, i principali provider non hanno al momento in programma eventi sul mondo del pallone da proporre ai concessionari.

L’ULTIMA PUNTATA SUL CAMPIONATO NICARAGUENSE

L’ultima scommessa, in ordine di tempo, resta quella che si è chiusa la notte scorsa sulla partita del campionato nicaraguense CD Walter FerrettiReal Esteli, finita 1-0 per i padroni di casa. «Fino a qualche settimana fa non avremmo mai pensato a una giornata del genere», il commento di Fabio Schiavolin, ad Snaitech, «ma in un momento come quello che il Paese sta affrontando, vanno accettate anche le misure più drastiche. Gli effetti dell’emergenza sanitaria stanno danneggiando il nostro settore così come tante altre industrie. Le conseguenze del lockdown sono drammatiche: il nostro business sta registrando perdite intorno all’80% e questo mette a rischio migliaia di famiglie. Tuttavia la drammatica situazione del Paese richiede l’assunzione di precise responsabilità, alle quali non vogliamo sottrarci». Gli appassionati del mondo del pallone potranno comunque divertirsi a scommettere su altri eventi sportivi e non solo. Sono ancora aperte, infatti, le puntate su tornei di tennistavolo, esports ma anche su un’esibizione di freccette. O, per gli amanti di televisione e cinema, si può scommettere sul vincitore del Grande Fratello o dei David di Donatello.