Correa: «Assange non è colpevole in Ecuador»

Redazione
26/08/2012

Secondo il presidente ecuadoregno Rafael Correa, Julian Assange non ha commesso i reati sessuali di cui è accusato in Svezia...

Correa: «Assange non è colpevole in Ecuador»

Secondo il presidente ecuadoregno Rafael Correa, Julian Assange non ha commesso i reati sessuali di cui è accusato in Svezia perché «dividere il letto non è stupro». Secondo Correa, l’ultimo personaggio politico coinvolto in un dibattito sulla violenza sessuale contro le donne, le accuse di cui è fatto oggetto il capo di Wikileaks «non sono un reato in America Latina». Correa è stato intervistato dal Sunday Times: «I reati di cui Assange deve rispondere non sarebbero reati nel 90-95 per cento del pianeta». E ha aggiunto che «non usare il preservativo in un atto sessuale di una coppia non è un reato in America Latina».
RAPPORTI NON PROTETTI. In Svezia Assange è accusato di avere avuto rapporti con una donna mentre lei dormiva dopo un rapporto consensuale senza usare il condom. Una seconda donna ha dichiarato di aver cercato varie volte di proteggersi con un preservativo ma il capo di Wikileaks glielo avrebbe impedito bloccandole le braccia. L’Ecuador ha dato ad Assange asilo politico e l’australiano è asserragliato da oltre due mesi nella ambasciata dell’Ecuador a Londra