Cos'è successo a Lele Mora rapinato in un campo Rom

Cos’è successo a Lele Mora rapinato in un campo Rom

17 Gennaio 2019 08.30
Like me!

Disavventura per Lele Mora. L'ex re degli agenti dei vip si era presentato a maggio 2018 in un campo Rom a Milano assieme a un pluripregiudicato con 40 mila euro in contanti per acquistare una partita di champagne. Ma invece di ricevere il vino è stato rapinato. La vicenda è stata riportata il 17 gennaio 2019 dal Corriere della sera. A fornire la somma era stato un pregiudicato, "committente" dell'affare, che poi ha cominciato a tormentarlo per avere indietro i soldi. Ne è nata un'indagine per estorsione nella quale Mora è vittima, durante la quale la procura di Milano ha individuato e indagato il presunto estorsore in una complessa vicenda che ha coinvolto anche un amico di Mora. L'ex agente dello spettacolo, 63 anni, è stato condannato a sei anni e un mese per evasione fiscale, bancarotta e favoreggiamento della prostituzione: ha scontato la pena nella comunità Exodus di Don Mazzi.

DAL TENTATO SUICIDIO IN CARCERE ALLA NUOVA VITA

Mora nel 2011 tentò il suicidio mentre era detenuto nel carcere milanese di Opera. Lo trovarono con i cerotti su naso e bocca: aveva provato di togliersi la vita per asfissia. Quando parlava di cos'era successo, lo raccontava così: «Il 20 giugno del 2011 ho scoperto dal sottopancia di un telegiornale che ero stato arrestato. Poi sono arrivarti i finanzieri a prendermi e ho capito che era tutto vero. Mi è crollato il mondo addosso». Poi la "rinascita" con l'uscita dalla cella: nel 2013 disse che era «pentito di certe cose», che aveva imparato a riconoscere gli amici e che voleva scrivere un libro. Nel 2014 al processo Ruby bis è stato condannato assieme a Nicole Minetti e all'ex amico Emilio Fede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *