Covid Italia: ancora in calo Rt, incidenza e ricoveri

Redazione
26/01/2024

Continua la discesa di tutti i parametri principali. Stabile il dato delle reinfezioni. Il monitoraggio settimanale Istituto Superiore di Sanità-Ministero della Salute.

Covid Italia: ancora in calo Rt, incidenza e ricoveri

Continua la discesa di tutti i parametri Covid in Italia. Lo evidenzia il monitoraggio settimanale Istituto Superiore di Sanità-Ministero della Salute. Giù innanzitutto i nuovi casi: tra il 18 e il 24 gennaio ne sono stati registrati 5.810, il 39,9 per cento in meno rispetto alla settimana precedente, quando erano stati 9.675. I decessi sono stati 203, -21,3 per cento (erano stati 258). Indice di trasmissibilità (Rt) basato sui casi con ricovero ospedaliero è sotto la soglia epidemica, pari a 0,60, in diminuzione rispetto alla settimana precedente (Rt 0,65).

Covid Italia: in calo Rt, incidenza e ricoveri. Il monitoraggio settimanale Istituto Superiore di Sanità-Ministero della Salute.
Test Covid (Getty Images).

L’incidenza è scesa a 10 casi su 100 mila abitanti

Per quanto riguarda l’incidenza, nel periodo 18-24 gennaio è stata pari a 10 casi per 100 mila abitanti, in diminuzione rispetto alla settimana precedente (16/100 mila). Risulta in diminuzione in quasi tutte le Regioni e Province autonome rispetto a sette giorni prima: l’incidenza più elevata è stata riportata in Puglia (20 casi per 100 mila abitanti) e la più bassa in Sicilia (2 casi per 100 mila abitanti). La percentuale di reinfezioni è del 42 per cento circa, stabile rispetto alla rilevazione precedente.

Covid Italia: in calo Rt, incidenza e ricoveri. Il monitoraggio settimanale Istituto Superiore di Sanità-Ministero della Salute.
Il reparto Covid di un ospedale (Getty Images).

Occupato solo l’1,4 per cento dei letti in terapia intensiva

Segnali positivi anche sul fronte dei ricoveri. Al 24 gennaio l’occupazione dei posti letto in area medica era pari al 4,3 per cento, in diminuzione rispetto alla settimana precedente (6 per cento). Giù anche l’occupazione dei posti letto in terapia intensiva: 1,4 per cento, rispetto all’1,9 per cento della settimana precedente.