Covid, Oms: «Virus continua a mutare e uccidere, fare test e vaccini»

Redazione
11/01/2024

Ghebreyesus: «La trasmissione è aumentata con assembramenti durante il periodo festivo. Continuiamo a invitare le persone a vaccinarsi, a sottoporsi ai test, a indossare mascherine dove necessario e a garantire che gli spazi interni affollati siano ben ventilati».

Covid, Oms: «Virus continua a mutare e uccidere, fare test e vaccini»

Nonostante il Covid oggi «non sia più un’emergenza sanitaria globale, il virus continua a circolare, a modificarsi e a uccidere», «i dati provenienti da varie fonti indicano un aumento della trasmissione di Sars-CoV-2 nel mese di dicembre, alimentato dagli assembramenti durante il periodo festivo e dalla variante JN.1 che ora è la variante più comunemente segnalata a livello globale». Lo ha evidenziato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, durante il periodico aggiornamento per la stampa.

«Quasi 10 mila morti a dicembre, livelli non accettabili»

«A dicembre sono stati segnalati all’Oms quasi 10 mila decessi per Covid-19 e, rispetto a novembre, si è registrato un aumento del 42 per cento dei ricoveri ospedalieri e del 62 per cento dei ricoveri in terapia intensiva», ha poi sottolineato. «Sebbene 10 mila morti al mese siano di gran lunga inferiori» rispetto a quelle riportate nei periodi di «picco della pandemia questo livello di decessi non è accettabile», ha aggiunto.

«Invitiamo a vaccinarsi, indossare le mascherine dove necessario»

Pertanto, ancor più considerando che le cifre diffuse «si basano su dati provenienti da meno di 50 Paesi, principalmente in Europa e nelle Americhe», mentre «è certo che ci sono aumenti anche in altri Paesi e che non vengono segnalati», ha puntualizzato il Dg Oms, «continuiamo a chiedere ai governi di mantenere la sorveglianza e il sequenziamento e di garantire l’accesso a test, trattamenti e vaccini. E continuiamo a invitare le persone a vaccinarsi, a sottoporsi ai test, a indossare mascherine dove necessario e a garantire che gli spazi interni affollati siano ben ventilati».