Il “re delle criptovalute” Sam Bankman-Fried giudicato colpevole di frode

Redazione
04/11/2023

Il giovane fondatore di Ftx era stato arrestato nel 2022 dopo il fallimento della sua piattaforma di scambio. Ora rischia decenni di carcere.

Il “re delle criptovalute” Sam Bankman-Fried giudicato colpevole di frode

L’imprenditore delle criptovalute Sam Bankman-Fried è stato giudicato colpevole di sette capi d’imputazione di frode, associazione a delinquere per commettere frode e associazione a delinquere per riciclare il denaro. Il processo, iniziato un mese fa a New York, ha stabilito che l’inaspettata bancarotta della sua piattaforma di scambio Ftx sia stata causata da una gestione illecita dei fondi. La sentenza è stata fissata per il 28 marzo del 2024, Bankman-Fried e rischia svariati decenni di carcere.

Ha rubato miliardi di dollari a Ftx accelerando il collasso del settore

Si è conclusa così una straordinaria caduta in disgrazia per l’ex miliardario 31enne, uno dei volti più riconosciuto del settore delle criptovalute. «Sam Bankman-Fried ha perpetrato una delle più grandi frodi finanziarie della storia americana: uno schema multimiliardario progettato per renderlo il re delle criptovalute», ha dichiarato l’avvocato americano Damian Williams in una dichiarazione dopo il verdetto riportata dal Bbc. I pubblici ministeri avevano accusato Bankman-Fried di aver mentito a investitori e istituti di credito e di aver rubato miliardi di dollari dall’exchange di criptovalute Ftx, contribuendo ad accelerarne il collasso. Il giovane imprenditore si è dichiarato non colpevole di tutte le accuse, sostenendo che, pur avendo commesso degli errori, aveva agito in buona fede. Bankman-Fried avrebbe usato i soldi che i clienti affidavano a Ftx per vivere una vita lussuosa, acquistare proprietà da milioni di dollari alle Bahamas, dove nel 2022 è stato arrestato, e per coprire un gigantesco buco nel bilancio di un fondo di investimento di sua proprietà, Alameda Research. Ma il processo non è stato molto seguito solo per l’entità della frode e la celebrità del personaggio, ma anche perché che tre dei suoi ex amici intimi e colleghi, inclusa la sua ex fidanzata Caroline Ellison, si sono dichiarati colpevoli e hanno accettato di testimoniare contro di lui nella speranza di ridurre la propria pena.

Le implicazioni del caso nell’industria delle criptovalute

Il caso di Bankman-Fried è stato seguito da vicino anche per le sue implicazioni per l’industria delle criptovalute nel suo insieme, che non è riuscita a riprendersi dalle turbolenze del mercato dello scorso anno. Il caso è stato preso ad esempio dai regolarti negli Stati Uniti che sostengono come il mercato delle criptovalute sia pieno di illeciti. Il New York Times ha scritto che Sam Bankman-Fried «è emerso come simbolo dell’arroganza sfrenata e dei giri di affari loschi che hanno trasformato le criptovalute in un’industria multimiliardaria durante la pandemia», che ha attirato milioni di investitori inesperti, molti dei quali hanno perso i propri risparmi quando il mercato è crollato. Tuttavia, è improbabile che il Congresso approvi nuove regole per le criptovalute in tempi brevi, e saranno i tribunali statunitensi a continuare ad essere i principali attori nella regolamentazione del settore.